Principale Sintomi

Cisti pancreatica

Una cisti pancreatica è una condizione patologica in cui strutture addominali piene di secrezione pancreatica e detriti tissutali si formano nello strato parinematico di un organo. Nelle cavità cistiche, le cellule pancreatiche necrotiche (muoiono), essendo sostituite da tessuti fibrosi. Le cisti comportano gravi rischi per la salute a causa del rischio di degenerazione in strutture maligne; può essere formato in uomini e donne, i bambini non fanno eccezione.

Il meccanismo e le cause dello sviluppo della patologia

Il pancreas svolge un ruolo importante nella disgregazione e nel successivo assorbimento di proteine, carboidrati, grassi. L'organo ha una struttura alveolare, che predispone alla comparsa di cisti. La formazione di strutture cistiche nella ghiandola non è la norma ed è dovuta a disfunzioni congenite nella formazione di un organo, o fattori secondari.

Il meccanismo di occorrenza si basa sulla distruzione dei tessuti del corpo. Sotto l'influenza di fattori negativi, si formano gruppi di tessuti morti nello strato parenchimale pancreatico, il corpo separa l'area patologica da quelli sani - si forma una capsula di cellule connettive o fibrose. La capsula viene gradualmente riempita con contenuti granulari e un segreto - quindi appare una cisti.

Cause comuni dell'apparizione della patologia:

  • ostruzione congenita della ghiandola duttale;
  • la presenza di pietre;
  • pancreatite - acuta, cronica, alcolica;
  • necrosi pancreatica;
  • danno d'organo;
  • malattie endocrine - obesità, diabete;
  • infezione da parassita.

Classificazione della patologia

Le cisti sono classificate in:

  • Vero (innato) - le strutture addominali nella ghiandola sono presenti fin dalla nascita, il meccanismo di formazione è posto nel periodo prenatale. Le cisti congenite non aumentano di dimensioni, la loro cavità consiste interamente di cellule dell'epitelio squamoso. La comparsa di vere cisti dovute all'ostruzione dei dotti pancreatici porta all'infiammazione con la formazione di tessuto fibroso - questa patologia è chiamata "fibrosi cistica" o policistica.
  • False (pseudocisti) - formazioni cavitarie che apparivano sullo sfondo di processi infiammatori nel pancreas, lesioni e altri fattori di natura secondaria.

Le cavità patologiche possono formarsi in diverse parti del pancreas: sulla testa, sul corpo e sulla coda. Secondo le statistiche, la cisti della testa viene diagnosticata raramente, nel 15% di tutti i casi; L'85% è dovuto alla lesione cistica del corpo e della coda dell'organo. In quasi il 90% dei casi, le cisti sono secondarie e si sviluppano sullo sfondo della pancreatite trasferita. Il 10% dei casi è associato a una lesione d'organo.

La classificazione di Atlanta è applicata alle formazioni cistiche che sono apparse dopo la pancreatite acuta:

  • le cisti acute appaiono rapidamente, non hanno pareti ben formate, i dotti della ghiandola, lo strato paino-matematico o la cellulosa possono fungere da cavità;
  • subacuta (cronica) - si sviluppa da acuta poiché le pareti delle cavità sono formate da tessuti fibrosi e granulati;
  • ascesso - infiammazione purulenta della struttura, la cavità è piena di contenuti sierosi.

Dal punto di vista del corso di patologia, le cisti sono:

  • complicato da fistole, sangue, pus o perforazione;
  • semplice.

Quadro clinico

I sintomi delle cisti pancreatiche non sono sempre evidenti. Le manifestazioni cliniche sono causate dalla dimensione delle cavità, dalla loro localizzazione, origine. Se ci sono singole formazioni cistiche nella ghiandola fino a 50 mm di dimensioni, non ci sono segni evidenti - la cisti non preme sui dotti e sugli organi vicini, non pizzica le terminazioni nervose - il paziente non sperimenta disagio.

La presenza di grandi cavità multiple dà una manifestazione clinica brillante, un classico segno - dolore. Dalla natura del dolore, è possibile determinare il grado di lesione cistica:

  • durante la formazione di false cisti sullo sfondo della pancreatite, il dolore è forte e acuto, copre la regione lombare e il lato sinistro;
  • Dolori intollerabili che compaiono all'improvviso possono indicare la rottura o la suppurazione della cavità, specialmente se il paziente ha la febbre;
  • la presenza di una cisti che schiaccia il plesso solare, ti fa sapere che stai bruciando il dolore, dando alla schiena.

Oltre al dolore, la patologia si manifesta con altri sintomi:

  • nausea e vomito;
  • sgabelli scomposti, tra cui steatorrea (goccioline di grasso nelle feci);
  • indigestione, cattivo assorbimento dei nutrienti e perdita di peso;
  • diminuzione dell'appetito;
  • aumento della temperatura ai numeri subfebrilari.

complicazioni

Una cisti pancreatica è particolarmente pericolosa a causa della possibilità di reincarnazione in un cancro. Dalla struttura della cavità cistica può essere benigna e maligna. Il tumore al pancreas è una condizione grave, quasi incurabile, caratterizzata da un decorso rapido con ampie metastasi. Le cisti benigne non sono meno pericolose a causa del rischio di rottura e conseguente sviluppo di peritonite.

La formazione di fistole è un'altra seria complicanza. In caso di perforazione di formazioni cistiche compaiono fistole complete e incomplete - passaggi patologici che comunicano con l'ambiente esterno o altri organi. La presenza di fistole aumenta il rischio di infezione e lo sviluppo di processi batterici.

Le grandi cisti esercitano pressione sui vasi e sui dotti della ghiandola e sugli organi adiacenti della cavità addominale, provocando effetti negativi:

  • sviluppo di ittero ostruttivo con localizzazione di cisti nella testa;
  • gonfiore delle gambe con spremitura della vena porta;
  • disordini disurici con pressione sulle vie urinarie;
  • ostruzione intestinale durante la compressione del lume nei cicli intestinali (una condizione rara che si verifica in presenza di grandi cisti pancreatiche).

Rilevazione della patologia

Un medico impegnato nell'esame e nel trattamento di persone con sospetta cisti pancreatica è un gastroenterologo. Durante il trattamento iniziale, il paziente deve prendere l'anamnesi, chiarire i reclami del paziente ed esaminare con la palpazione. Con un esame digitale dell'area addominale, puoi sentire la protrusione con confini chiari. Un esame completo comprende una combinazione di metodi di laboratorio e strumentali.

L'elenco dei test di laboratorio include esami del sangue, inclusa la biochimica. In presenza di patologia, saranno rilevati cambiamenti nelle letture della VES e della bilirubina (aumento), leucocitosi, aumento dell'attività della fosfatasi alcalina. L'analisi delle urine può mostrare indirettamente segni di infiammazione in cisti complicate - proteine ​​comuni e leucociti si trovano nelle urine.

Le informazioni affidabili al momento della conferma della patologia sono metodi strumentali:

  • L'ecografia consente di determinare la dimensione delle cavità cistiche, il loro numero, la presenza di complicanze;
  • La risonanza magnetica offre l'opportunità di valutare visivamente e accuratamente le dimensioni, la relazione delle strutture cistiche con i dotti della ghiandola;
  • la scintigrafia (imaging con radionuclidi) viene utilizzata come metodo aggiuntivo per chiarire la posizione della cavità patologica nel parinecham della ghiandola;
  • la colangiopanctografia retrograda endoscopica come metodo di alta precisione fornisce dettagli dettagliati sulla struttura addominale, sulla sua struttura e sulla comunicazione con i dotti; ma comporta un alto rischio di infezione durante l'esame;
  • una radiografia di indagine della cavità addominale viene utilizzata per identificare i confini delle cavità.

Quando la struttura dello strato interno delle formazioni cistiche non è chiara, è necessaria una biopsia del tessuto pancreatico per confermare o smentire la malignità. Una biopsia viene eseguita sotto il controllo di un'ecografia o durante una scansione TC. La diagnostica differenziale durante la biopsia consente il rilevamento tempestivo del cancro e impedisce la crescita delle cellule tumorali.

trattamento

Il trattamento delle cisti pancreatiche viene effettuato attraverso interventi chirurgici. Il trattamento farmacologico per cisti multiple confermate è inefficace. L'operazione non è indicata per cisti singole piccole (fino a 30-50 mm di cisti), se non influiscono sugli organi vicini e non causano sintomi negativi. La rimozione di una cisti maligna anche in piccole dimensioni è necessaria per prevenire le metastasi.

Nella gastroenterologia chirurgica, 3 metodi sono usati per combattere una cisti pancreatica:

  • rimozione di lesioni patologiche - resezione;
  • drenaggio delle cisti (esterno e interno);
  • laparoscopia.

In caso di escissione, il corpo della cisti e la parte adiacente del pancreas vengono rimossi. Il volume dell'escissione dipende dalla dimensione della cavità, dallo stato dello strato paino-matematico della ghiandola - viene eseguita la resezione della testa, distale, pancreatoduodenale.

Il drenaggio cistico interno viene eseguito attraverso l'anastomosi tra il corpo della cisti e lo stomaco, il duodeno o l'intestino tenue. Il drenaggio interno è un metodo sicuro e fisiologico che migliora le condizioni del paziente - il passaggio del contenuto della cavità è fornito, il dolore scompare, la probabilità di recidiva è minima.

Il drenaggio esterno della cisti viene effettuato in caso di patologia complicata:

  • accumulo di essudato purulento;
  • cavità cistiche non formate;
  • aumento della vascolarizzazione (formazione di nuovi vasi) nelle pareti della cisti;
  • condizione generale grave.

Con il drenaggio esterno, si possono avere conseguenze negative sotto forma di formazione di fistole, aumento delle dimensioni delle cisti e crescita di nuove formazioni. Occasionalmente si sviluppa una sepsi. In ogni caso, il drenaggio esterno ed interno viene eseguito solo con strutture benigne.

Laparoscopia si riferisce a metodi benigni, il suo vantaggio è in assenza di ampie incisioni chirurgiche e il rapido recupero del paziente. La laparoscopia è adatta per la rimozione di ingombranti strutture cistiche singole. L'essenza di un tale intervento minimamente invasivo è nell'introduzione dell'ago di puntura nelle tasche del problema con l'aspirazione del contenuto.

La terapia farmacologica mira a correggere la malattia di base. In presenza di pancreatite, la nomina degli enzimi è necessaria per garantire una digestione adeguata e alleviare il carico dal pancreas. Per alleviare la sindrome del dolore, vengono utilizzati antispastici e analgesici. È obbligatorio controllare il livello di glucosio nel sangue, in caso di sua violazione prescrivere i farmaci appropriati.

dieta

La dieta per la lesione cistica si basa sull'allargamento massimo del pancreas. Alimenti correttamente organizzati possono ridurre il rischio di recidiva della malattia e mantenere la capacità enzimatica della ghiandola. Principi di nutrizione nella cisti pancreatica:

  • pasti frazionari a intervalli di tempo regolari (3-4 ore);
  • tutto il cibo viene accuratamente strofinato e schiacciato;
  • metodi di cottura: cottura, cottura, stufatura;
  • rifiuto di grassi e fritti;
  • restrizioni su pane e dolci;
  • La base della dieta - cibo proteico (le proteine ​​di origine vegetale non dovrebbero superare il 30% della dose giornaliera).

Ai pazienti è severamente vietato mangiare carne grassa, funghi, fagioli. I prodotti più utili sono i latticini con carne a basso contenuto di grassi, pollo e tacchino, uova sode, verdure dopo il trattamento termico. Delle bevande sono succhi non concentrati, gelatina e bevande alla frutta. Dieta - per la vita, la minima indulgenza può causare il deterioramento.

prospettiva

La prognosi per la sopravvivenza dipende dalle cause alla base della patologia, del decorso e dell'adeguatezza della terapia. La malattia è caratterizzata da un alto livello di complicanze - nel 10-50% dei pazienti il ​​decorso della malattia è accompagnato da oncologia, infezione e emorragie interne. Dopo la resezione, c'è la possibilità di nuove cisti in crescita. Soggetto a raccomandazioni mediche, monitoraggio regolare e assunzione di enzimi, esiste la possibilità di mantenere una normale aspettativa di vita.

Per prevenire la recidiva e mantenere uno stato stabile, i pazienti devono:

  • attenersi a una dieta;
  • rifiutare le bevande alcoliche;
  • rispondere tempestivamente ai problemi del tratto gastrointestinale.

Lesione cistica del pancreas - una malattia rara, in assenza di un trattamento adeguato, le conseguenze sono disastrose. Le possibilità della medicina moderna rendono possibile superare con successo la malattia e consentire ai pazienti di vivere pienamente. La cosa principale - diagnosi precoce e metodo ben scelto di sbarazzarsi di cisti.

Come trattare correttamente le cisti pancreatiche

Il pancreas è un organo importante del sistema digerente i cui enzimi scindono i carboidrati, i grassi e le proteine ​​in elementi più semplici. La ghiandola ha una struttura morfologica che promuove la formazione di cavità cistiche nel tessuto dell'organo.

Tali formazioni possono dare sintomi clinici e possono essere una scoperta accidentale mediante ultrasuoni. Il trattamento delle cisti pancreatiche dipende da molti fattori, più spesso i chirurghi sono coinvolti in questo problema. Quando si seleziona una tattica medica, è necessario sapere perché è stata formata e qual è la previsione del suo sviluppo.

Cosa sono le cisti e perché appaiono?

La classificazione viene effettuata per diversi motivi:

  • Sulla base della localizzazione, vengono secrete le cisti della testa, del corpo o della coda della ghiandola.
  • Dalla natura della cisti può essere vero o falso.

Cause di patologia

Le vere cisti sono formazioni congenite associate alla compromissione della formazione del tessuto pancreatico durante lo sviluppo embrionale umano. Di regola, non crescono, sono allineati all'interno da uno strato di cellule epiteliali e possono essere riempiti di liquido.

Si formano false cisti quando il tessuto ghiandolare viene distrutto a seguito di pancreatite acuta o necrosi pancreatica. Il corpo cerca di delimitare un sito del genere dal tessuto sano e forma attorno ad esso una capsula di tessuto connettivo.

La ritenzione è chiamata cisti che si verifica quando il condotto è bloccato. Tali formazioni sono soggette a crescita e possono esplodere sotto l'influenza di numerosi fattori dannosi.

La pseudocisti parassitaria ha spesso formato echinococco. Tale parassita, come opistorh, contribuisce anche alla degenerazione cistica del pancreas, in quanto impedisce il deflusso del succo pancreatico.

A seconda delle cause della formazione della cisti pancreatica, le tattiche di trattamento varieranno.

Suggerimento: L'infezione da echinococco umano si verifica da cani malati, pecore e maiali. L'uomo è un ramo cieco per questo parassita, la formazione delle cisti è un processo che dura da anni. Al fine di non ammalarsi di echinococcosi, è necessario eseguire la sverminazione dei cani domestici, seguire le regole di igiene personale e lavarsi accuratamente le mani prima di mangiare.

Al fine di non contrarre l'opistorchosi, è necessario esaminare attentamente il pesce del fiume al momento della presenza di opistorchis. Inoltre, è necessario osservare la concentrazione di sale richiesta durante la salatura del pesce e il tempo di trattamento termico durante la cottura.

Come apprendere la presenza di cisti nel pancreas?

Uno dei metodi principali per diagnosticare questa patologia è un esame ecografico degli organi addominali.

A volte una grande cisti della testa del pancreas può essere palpata attraverso la parete addominale anteriore come una formazione simile a un tumore.

Le piccole cisti, specialmente congenite, non possono dare alcun sintomo clinico. Tali formazioni sono rivelate nell'esame pianificato degli organi addominali mediante ultrasuoni o tomografia.

Le pseudocisti che si sviluppano sullo sfondo della pancreatite cronica esistente, danno sintomi clinici caratteristici di questa malattia. Il dolore nella parte superiore dell'addome e nella parte bassa della schiena, l'intolleranza ai cibi grassi, le fluttuazioni dei livelli di zucchero nel sangue, il vomito e altri sintomi dei disturbi digestivi possono essere motivo di preoccupazione.

Le camere cistiche parassitarie sono rare. Le cisti echinococciche si trovano più spesso nella testa della ghiandola. In questo caso, il duodeno viene compresso, l'uscita della bile viene disturbata, compare l'ittero. Inoltre, si sviluppano i sintomi di intossicazione e allergizzazione del corpo.

A seconda delle dimensioni e della posizione della cavità cistica, della natura dei suoi contenuti e della presenza di sintomi, possiamo parlare della prognosi di una ciste pancreatica.

Un trattamento adeguato può curare questa malattia e raggiungere la normalizzazione della condizione.

Suggerimento: La prima presenza rivelata di una vera cisti pancreatica è una ragione per sottoporsi a un esame approfondito. È possibile che il processo di formazione delle cavità cistiche allo stadio dell'embriogenesi abbia interessato anche i reni o il fegato.

Quali sono i trattamenti per le cisti?

In generale, i chirurghi si occupano del trattamento di un tale problema. I metodi terapeutici includono il trattamento della malattia di base, che ha portato alla formazione di una cisti, dieta. La pancreatite acuta e la pancreatonecrosi, a seguito delle quali spesso si formano pseudocisti, sono condizioni urgenti che richiedono misure di emergenza.

Trattamento di vere cisti

  • Formazioni di grandi dimensioni, che causano violazioni del deflusso del succo pancreatico e la formazione di pancreatite cronica, richiedono un intervento chirurgico. In questo caso, il chirurgo rimuove un tumore cistico o resetta il pancreas se le cisti sono multiple.
  • Se la cisti è congenita, ha una dimensione non superiore a 2 cm, non cresce e non è accompagnata da sintomi di rottura del pancreas, quindi in questo caso non richiede un trattamento speciale. È sufficiente passare un esame una volta all'anno, osservare le dimensioni del focus patologico nelle dinamiche e osservare uno stile di vita sano.

Trattamento di false cisti

  • Il punto importante è il fatto della presenza o dell'assenza di comunicazione della cavità cistica con il dotto della ghiandola. Per determinarlo, prendi la puntura del suo contenuto sotto il controllo di ultrasuoni o tomografia. Se la concentrazione dell'enzima pancreatico principale, l'amilasi, è elevata, la cisti è associata al dotto. In questo caso, viene eseguita l'operazione di drenaggio della cisti del pancreas, la cui essenza è che con l'aiuto di uno speciale tubo sottile, un'endoprotesi, la cisti è collegata allo stomaco o al duodeno. Pertanto, la cavità viene svuotata e vengono create le condizioni affinché questa formazione possa essere sostituita dal tessuto connettivo.
  • Se la cisti non è collegata al condotto, nella sua cavità viene introdotta una sostanza sclerosante, il più delle volte alcol assoluto, che provoca la chiusura delle pareti e viene sostituito dal tessuto connettivo. In questo caso, lo svuotamento iniziale della cavità cistica viene effettuato mediante puntura percutanea, se la cisti si sta formando, o imponendo una anastomosi con lo stomaco o il duodeno, se è già formato.
  • A seconda della posizione della cisti, del grado di coesione con i tessuti circostanti e della presenza di complicanze, viene eseguita una grande operazione (laparotomia) o chirurgia endoscopica. Le operazioni endoscopiche sono meno traumatiche e riducono il rischio di complicanze postoperatorie. In questo caso, vengono eseguite diverse piccole incisioni sulla parete addominale anteriore attraverso cui sono inseriti strumenti speciali. Lo stato di avanzamento dell'operazione viene monitorato utilizzando l'attrezzatura video.

Trattamento conservativo

Se l'operazione non è indicata, la malattia può essere trattata seguendo le raccomandazioni del terapeuta:

  • aderire ad uno stile di vita sano;
  • non mangiare troppo;
  • seguire una dieta simile a quella di altre malattie del pancreas;

Suggerimento: La dieta con una cisti pancreatica implica un rifiuto completo dell'alcool, la restrizione dei grassi, l'osservanza dei principi dell'alimentazione separata. Inoltre, non sono raccomandati legumi, brodi, cibi piccanti e fritti.

  • trattare tempestivamente le malattie gastrointestinali concomitanti;
  • monitorare lo zucchero nel sangue;
  • ridurre sovrappeso.
  • Attenzione! Non dimenticare che la presenza di una cavità cistica nel pancreas richiede una particolare attenzione al lavoro di questo organo al fine di prevenire lo sviluppo di tali complicazioni come la rottura di una cisti, necrosi pancreatica e peritonite.

    Ma forse è più corretto trattare non l'effetto, ma la causa?

    Raccomandiamo di leggere la storia di Olga Kirovtseva, come ha guarito il suo stomaco. Leggi l'articolo >>

    Cisti pancreatica

    Una cisti pancreatica è una formazione limitata nel parenchima di un organo, pieno di contenuti fluidi, che si sviluppa a seguito di un danno traumatico o infiammatorio al pancreas. I sintomi dipendono dalla dimensione, dalla posizione e dalla causa della formazione di una ciste e variano da una sensazione di disagio a dolore severo, compressione di organi adiacenti. Per valutare la dimensione, la posizione della cisti, la sua connessione con l'apparato duttale e la scelta delle tattiche di trattamento, ecografia, TC, risonanza magnetica del pancreas, ERCP vengono eseguiti. Trattamento chirurgico: drenaggio interno o esterno, meno spesso - resezione di una parte della ghiandola con una cisti.

    Cisti pancreatica

    Una cisti pancreatica è una patologia, la cui prevalenza è aumentata più volte negli ultimi anni, soprattutto quelli di età giovanile colpiti. I gastroenterologi vedono il motivo di ciò nella crescente incidenza di pancreatite acuta e cronica di varie eziologie (alcoliche, biliari, traumatiche). La cisti pancreatica è la complicanza più comune della pancreatite cronica (fino all'80% dei casi). La complessità di questa patologia risiede nell'assenza di una singola idea di quale particolare educazione debba essere attribuita alle cisti pancreatiche, una classificazione generale che rifletta eziologia e patogenesi, e anche standard di assistenza medica.

    Alcuni autori si riferiscono alle formazioni di cisti pancreatici che hanno pareti limitate e piene di succo pancreatico, altri esperti ritengono che il contenuto della cisti possa anche essere il parenchima organo necrotico, il sangue, l'essudato infiammatorio o il pus. In ogni caso, le opinioni concordano sul fatto che al fine di formare una cisti pancreatica, devono essere assicurate le seguenti condizioni: danni al parenchima dell'organo, ostruzione del deflusso della secrezione pancreatica, nonché una violazione locale della microcircolazione.

    Cause della cisti pancreatica

    La causa più comune delle cisti pancreatiche è la pancreatite. L'infiammazione acuta del pancreas è complicata dallo sviluppo di cisti nel 5-20% dei casi, mentre la cavità si forma solitamente nella terza - quarta settimana della malattia. Nella pancreatite cronica, le cisti pancreatiche postnecrotiche si formano nel 40-75% dei casi. Il più delle volte, il principale fattore eziologico è la malattia alcolica. Raramente, le cisti si formano dopo lesioni al pancreas, così come a causa di colelitiasi con alterata fuoriuscita del succo pancreatico, pancreatite cronica ostruttiva con deflusso alterato lungo il dotto di Wirsung, grandi tumori del capezzolo duodenale, stenosi cicatriziale dello sfintere di Oddi.

    La formazione di cisti pancreatiche nella pancreatite è la seguente. Il danno al tessuto d'organo è accompagnato dall'accumulo locale di neutrofili e linfociti, processi distruttivi e infiammazione. Allo stesso tempo, l'area del danno è delimitata dal parenchima circostante. La crescita del tessuto connettivo si verifica in essa, si formano le granulazioni; gli elementi di tessuto all'interno del nidus sono gradualmente distrutti dalle cellule immunitarie e in questo luogo rimane una cavità. Se una cisti pancreatica comunica con il sistema duttale dell'organo, accumula succo pancreatico, è anche possibile l'accumulo di elementi necrotici tissutali, essudato infiammatorio e se i vasi sanguigni sono danneggiati, sangue.

    In caso di violazione del passaggio lungo il dotto pancreatico comune, si formano le cisti del pancreas, con un rivestimento epiteliale, all'interno del quale si accumula il succo pancreatico. Il meccanismo patogenetico chiave della loro formazione è l'ipertensione intraduttale. È stato dimostrato che all'interno della cavità di una ciste la pressione può essere tre volte superiore ai valori normali all'interno dei condotti.

    Classificazione delle cisti pancreatiche

    Convenzionalmente, tutte le cisti pancreatiche sono divise morfologicamente in due tipi: formate come risultato del processo infiammatorio e non avendo un rivestimento epiteliale (alcuni autori chiamano tali formazioni pseudocistiche, altre non segregano in un gruppo separato) e formate durante l'ostruzione dei dotti e con epitelio (ritenzione).

    Per caratterizzare le cisti pancreatiche, formate come complicazione della pancreatite acuta, la classificazione di Atlanta è più spesso utilizzata, in base al quale sono isolate le lesioni del liquido acuto, subacuto e l'ascesso del pancreas. Formazioni nettamente sviluppate non hanno infine formato le loro mura, nel loro ruolo possono agire sia il parenchima della ghiandola che i dotti, la fibra parapancreatica, persino le pareti degli organi adiacenti. Le cisti pancreatiche croniche sono caratterizzate da pareti che si sono già formate da tessuto fibroso e granulato. Un ascesso è una cavità piena di pus formata da pancreatonecrosi o suppurazione della cisti.

    A seconda del luogo, ci sono le cisti della testa, del corpo e della coda del pancreas. Ci sono anche cisti pancreatiche semplici e complicate (perforazione, suppurazione, fistole, sanguinamento, peritonite, malignità).

    Sintomi di una ciste pancreatica

    Il quadro clinico in presenza di cisti pancreatica può variare significativamente a seconda delle dimensioni, posizione della formazione, le ragioni della sua formazione. Molto spesso, le cisti pancreatiche non causano sintomi: cavità con un diametro fino a 5 centimetri non comprimono organi adiacenti, plessi nervosi, quindi i pazienti non avvertono disagio. Per le grandi cisti, il sintomo principale è la sindrome del dolore. Un sintomo caratteristico è un "gap leggero" (miglioramento temporaneo nel quadro clinico dopo pancreatite acuta o trauma).

    Il dolore più intenso si osserva nel periodo di formazione di pseudocisti durante la pancreatite acuta o esacerbazione di quello cronico, poiché si verificano fenomeni distruttivi pronunciati. Nel tempo, l'intensità della sindrome del dolore diminuisce, il dolore diventa opaco, può esserci solo una sensazione di disagio, che, in combinazione con i dati anamnestici (trauma o pancreatite), può sospettare la malattia. A volte, sullo sfondo di una sintomatologia così scarsa, si sviluppano crisi dolorose, la cui causa è l'ipertensione intraduttale. Grave dolore severo può anche indicare una rottura di una cisti, un graduale aumento del dolore sullo sfondo di un aumento della temperatura corporea e sintomi di intossicazione - sulla sua suppurazione.

    I segni della cisti pancreatica sono significativamente diversi se schiaccia il plesso solare. Allo stesso tempo, i pazienti avvertono un dolore intenso persistente e intenso che si irradia alla schiena, che può essere aggravato anche dalla pressione sui vestiti. La condizione è alleviata nella posizione del ginocchio-gomito, il dolore è alleviato solo dagli analgesici narcotici.

    I sintomi delle cisti pancreatiche possono anche essere sintomi dispeptici: nausea, a volte vomito (può finire in un attacco di dolore), instabilità delle feci. Come risultato di una diminuzione della funzione esocrina dell'organo, l'assorbimento dei nutrienti nell'intestino viene disturbato e il peso è ridotto.

    Questa patologia è caratterizzata dalla compressione degli organi adiacenti: se la cisti si trova nella zona della testa della ghiandola, è possibile l'ittero meccanico (ikterichnost della pelle e della sclera, prurito); con compressione della vena porta, si sviluppa gonfiore degli arti inferiori; se la formazione interrompe il flusso di urina attraverso gli ureteri, la ritenzione urinaria è caratteristica. Raramente le grandi cisti pancreatiche schiacciano il lume intestinale, in questi casi si può verificare un'ostruzione intestinale incompleta.

    Diagnosi di cisti pancreatica

    La consultazione di un gastroenterologo in caso di sospetta cisti pancreatica consente di identificare i reclami caratteristici del paziente, i dati anamnestici. All'esame dell'addome, è possibile la sua asimmetria: un rigonfiamento nell'area della posizione della formazione. Quando si eseguono test di laboratorio, di solito non ci sono cambiamenti specifici, è possibile una leggera leucocitosi, un aumento della VES, in alcuni casi, un aumento del livello di bilirubina e dell'attività della fosfatasi alcalina. La concentrazione degli enzimi pancreatici dipende non tanto dalla presenza di una cisti, ma dallo stadio della pancreatite e dal grado di danno alla ghiandola. In circa il 5% dei casi, la funzione endocrina del pancreas è compromessa e si sviluppa il diabete mellito secondario.

    Metodi strumentali altamente informativi di visualizzazione della cisti. L'esame ecografico del pancreas consente di stimare la dimensione della formazione, nonché i segni indiretti di complicanze: nel caso di suppurazione, viene determinata la disomogeneità del segnale di eco sullo sfondo della cavità, con malignità, l'eterogeneità dei contorni. La tomografia computerizzata e la risonanza magnetica (risonanza magnetica del pancreas) forniscono informazioni più dettagliate sulla dimensione, la posizione della cisti, la presenza della sua connessione con i dotti. Come metodo ausiliario, si può usare la scintigrafia, in cui una cisti viene definita come una "zona fredda" sullo sfondo di un parenchima organo comune.

    Un posto speciale nella diagnosi della cisti pancreatica è dato alla colangiopancreatografia retrograda endoscopica (ERCP). Questo metodo fornisce informazioni dettagliate sulla connessione della cisti con i dotti della ghiandola, che determina la tattica del trattamento, ma durante l'esame c'è un alto rischio di infezione. Pertanto, al momento, ERCP viene eseguito esclusivamente con la questione del trattamento chirurgico risolto al fine di selezionare il metodo di funzionamento.

    Trattamento cistico pancreatico

    Trattamento della cisti pancreatica chirurgica. Non esiste una singola tattica per la gestione dei pazienti con questa malattia e la scelta dell'operazione dipende dalle ragioni per la formazione di una ciste, dalle sue dimensioni, dai cambiamenti morfofunzionali nel tessuto dell'organo e dallo stato del sistema duttale.

    Gli esperti nel campo della gastroenterologia chirurgica identificano tre aree principali di tattica per la cisti pancreatica: la sua rimozione, il drenaggio interno ed esterno. La formazione viene rimossa dalla resezione di una parte del pancreas insieme a una cisti, mentre il volume è determinato dalla dimensione della cisti e dallo stato del parenchima dell'organo (resezione della testa della ghiandola, può essere eseguita la resezione pancreatoduodenale distale).

    Gli interventi di drenaggio interno possono essere eseguiti imponendo una anastomosi tra la cisti e lo stomaco (cistogastrotomia), l'ulcera duodenale (cistoduodenostomia) o intestino tenue (cistententerostomia). Questi metodi sono considerati i più fisiologici: forniscono un passaggio delle secrezioni pancreatiche, eliminano la sindrome del dolore, raramente portano a ricadute.

    Il drenaggio esterno della cisti viene usato meno frequentemente. Tale intervento è indicato per suppurazione della cavità, cisti non formate, abbondante vascolarizzazione della formazione, nonché una grave condizione generale del paziente. Tali operazioni sono palliative, in quanto vi è il rischio di suppurazione e ricorrenza della cisti, la formazione di fistole pancreatiche, che sono molto poco suscettibili di trattamento conservativo e talvolta richiedono interventi tecnicamente molto più complicati. Qualsiasi tipo di operazione di drenaggio viene effettuata solo dopo la conferma dell'eziologia non tumorale della formazione.

    Recentemente, gli interventi chirurgici di drenaggio mini-invasivo, che sono usati come trattamento alternativo, stanno diventando più comuni. Tuttavia, nonostante la bassa invasività e la promessa teorica di tali metodi di trattamento, le complicanze nella forma della formazione di fistole pancreatiche esterne, la sepsi molto spesso si sviluppano.

    La terapia conservativa per le cisti pancreatiche è determinata dalla malattia di base. Nel caso della pancreatite, una dieta è necessariamente prescritta per massimizzare la diminuzione della secrezione pancreatica. Vengono utilizzati farmaci sostitutivi, analgesici, il livello di glicemia viene monitorato, se necessario, la sua correzione.

    Prognosi e prevenzione della cisti pancreatica

    La prognosi di una cisti pancreatica dipende dalla causa della malattia, dalla tempestività della diagnosi e dal trattamento chirurgico. Questa patologia è caratterizzata da un'alta incidenza di complicanze - dal 10 al 52% di tutti i casi sono accompagnati da suppurazione, perforazione, formazione di fistole, neoplasie o sanguinamento intraperitoneale. Anche dopo il trattamento chirurgico c'è il rischio di recidiva. Prevenzione delle cisti del pancreas è di rinunciare all'alcool, trattamento tempestivo e adeguato delle malattie del tratto gastrointestinale (calcoli biliari, pancreatite), una dieta equilibrata.

    Cisti pancreatica: sintomi, trattamento, chirurgia, foto

    Qualsiasi processo volumetrico, situato negli organi interni, può portare a una violazione permanente delle funzioni dello stesso corpo. Anche la ciste pancreatica non fa eccezione. Questa è una specie di cavità, le cui pareti sono fatte di tessuto connettivo.

    Durante la formazione di una cisti, il tessuto del corpo inizia a degradarsi, il che provoca una diminuzione della secrezione di ormoni ed enzimi necessari per il normale funzionamento del corpo umano. Per ripristinare la qualità della vita precedente del paziente, è necessario rilevare tempestivamente questa patologia e selezionare le tattiche di trattamento corrette.

    Classificazione delle cisti

    Le linee guida cliniche nazionali per la chirurgia distinguono due tipi di classificazione delle cisti pancreatiche. La prima opzione si basa sulla struttura dell'educazione:

    Una vera cisti è una cisti che ha un rivestimento epiteliale. Una tale cisti appartiene a malformazioni congenite ed è molto rara.

    False cisti è una formazione che si verifica dopo la malattia e non ha epitelio ghiandolare nelle sue pareti.

    La seconda classificazione si basa sulla localizzazione delle cisti nel corpo:

    nella cavità della borsa omentale (sulla testa) - tale localizzazione della formazione avviene nel 16,8% dei casi (dati dal professor Vilavin). È speciale in quanto può spremere il duodeno;

    sul corpo - circa il 47% dei casi rappresenta una tale localizzazione. Questa è la posizione più comune della cisti pancreatica, in cui vi è uno spostamento dello stomaco e del colon;

    sulla coda - tale localizzazione è osservata nel 38,2% dei casi. Dato il fatto che la cisti si trova nella regione retroperitoneale, la sua caratteristica è un danno estremamente raro agli organi interni.

    Poiché la frequenza di occorrenza della vera variante di una cisti è insignificante e il quadro clinico e i principi di trattamento coincidono in molti modi, le false forme di patologia verranno descritte in dettaglio di seguito.

    Cause e fattori predisponenti

    Una cisti pancreatica può comparire indipendentemente dall'età del paziente, può essere di dimensioni diverse ed essere sia singola che multipla. Alcuni pazienti, specialmente se la cisti ha un'origine congenita, possono soffrire di policistica sistemica (cisti policistico, cervello, rene, cisti ovariche).

    Una cisti falsa non può verificarsi in un organo sano, poiché il processo della sua formazione è una conseguenza della patologia presente nell'organo. Sulla base dei dati del professor Kurygin, la causa più comune di sviluppo di una ciste pancreatica è:

    pancreatite acuta - costituisce circa l'84,3% di tutti i casi;

    lesioni del pancreas - costituiscono il 14% di tutti i casi della malattia e si classificano al secondo nella frequenza di insorgenza;

    una breve sovrapposizione del dotto escretore (il serraggio con una nave, una pietra), così come una pronunciata violazione della motilità può causare una cisti;

    elmintiasi - con echinococcosi, cisticercosi;

    il risultato della presenza di un processo tumorale nel pancreas.

    Ad oggi, la comunità chirurgica russa ha identificato cinque fattori principali che potrebbero innescare lo sviluppo della patologia. Nel corso della ricerca, il loro significato è stato dimostrato e il rischio di probabilità di sviluppo della cisti in percentuale è stato determinato

    abuso di alcol di un alto grado di forza - 62,3%;

    la presenza di malattia calcoli biliari - 14%;

    obesità - una violazione del metabolismo lipidico (negli studi di laboratorio si manifesta sotto forma di colesterolo aumentato e frazioni beta-lipidiche) - 32,1%;

    storia della chirurgia su uno qualsiasi degli elementi del tubo digerente;

    diabete mellito (nella maggior parte dei casi di tipo 2) - 15,3%.

    La presenza di almeno uno dei suddetti fattori in un paziente è un motivo per sospettare che un paziente abbia una cisti pancreatica.

    Sintomi di una ciste pancreatica

    L'inizio della formazione della cisti ha caratteristiche caratteristiche. Quasi il 90% di tutti i pazienti con questa patologia nota quanto segue:

    pancreatite severa (acuta):

    dolore severo che avvolge, che è aggravato dopo aver preso alcol e cibo. Allo stesso tempo, è assente l'effetto di assumere antispastici ("No-Shpa", "Drotaverina"), FANS ("Nimesulide", "Ketorolac", "Ibuprofen");

    vomito che non porta sollievo significativo;

    si sviluppano sintomi di dispepsia intestinale (gonfiore, flatulenza, diarrea);

    c'è una caratteristica "feci grasse", che si basa su una violazione della secrezione di lipasi;

    i sintomi della malattia scompaiono in 4-5 settimane;

    dopo qualche tempo ricompaiono i sintomi delle lesioni pancreatiche, che nella maggior parte dei casi diventano più persistenti e gravi.

    Inoltre, il paziente potrebbe provare:

    grave pesantezza nell'addome (specialmente nell'ipocondrio sinistro);

    l'ittero si sviluppa nel 6% dei casi e si manifesta con la colorazione della pelle, delle mucose della bocca, della sclera.

    Il sintomo delle cisti pancreatiche è anche una relativa mancanza di produzione di ormoni: "Glucagone", "Somatostatina", "Insulina". In questi casi, il paziente si lamenta di:

    un aumento del volume e della quantità di minzione (fino a 15 l / giorno);

    perdita di coscienza (se c'è un coma iper- o ipoglicemico).

    Durante l'ispezione nell'area dell'epigastrio è stata visualizzata la sporgenza della parete addominale anteriore. Questo sintomo non può essere attribuito alla costante, poiché è caratteristico solo con cisti di almeno 200 ml di volume e cisti localizzate nella testa della ghiandola. Sulla base delle statistiche del professor Kurygin, questo sintomo è stato osservato nel 56% dei pazienti.

    Diagnosi di patologia

    Il gold standard nella diagnosi delle cisti, inclusa la cisti pancreatica, è un esame ecografico degli organi addominali. Nello stato normale, il pancreas viene visualizzato sul monitor del dispositivo sotto forma di una formazione ecogenica (da nero a colore), che ha una superficie irregolare. Se nel corpo c'è uno sviluppo educativo, sul monitor verrà visualizzata una struttura arrotondata di colore più chiaro. Abbastanza spesso, la cisti è limitata a un contorno uniforme, che è il muro della formazione. In tali luoghi, la superficie del pancreas è levigata. Se ci sono difficoltà nella diagnosi, è possibile eseguire una risonanza magnetica o TC dell'organo. L'esame di routine a raggi X non è informativo. Anche gli studi di laboratorio in presenza di cisti nel pancreas non rappresentano un valore speciale, l'unico indicatore che può causare preoccupazione del medico quando decifrare il test del sangue biochimico è un aumento a lungo termine del livello dell'enzima amilasi.

    Complicazioni per grandi dimensioni della cisti

    Una cisti di grandi dimensioni che esiste da molto tempo può, oltre alla diretta compressione meccanica degli organi vicini, essere accompagnata dalle seguenti complicazioni:

    sanguinamento dovuto a danno vascolare;

    la formazione di ascessi purulenti o suppurazione;

    Trattamento conservativo della patologia

    Il trattamento delle cisti pancreatiche viene effettuato in casi terapeutici se:

    nessuna sindrome da dolore marcata o sintomi di ittero ostruttivo;

    l'educazione è singolare;

    la cisti ha dimensioni ridotte (fino a 2 cm) e volume;

    l'attenzione patologica è limitata chiaramente.

    Tutti gli altri casi sono un pretesto per l'attuazione del trattamento chirurgico.

    Nei primi 2-3 giorni il paziente viene trasferito a una dieta da fame. Dopodiché è necessario imporre restrizioni a cibi salati, fritti e grassi, perché promuove la produzione di sostanze enzimatiche nel corpo e, di conseguenza, aumenta la distruzione dei tessuti. Anche il fumo e l'alcol dovrebbero essere esclusi. Il paziente deve rispettare il riposo a letto per 7-10 giorni. Vengono utilizzati farmaci antibatterici delle cefalosporine o delle serie di tetracicline, che sono necessari per prevenire il rischio di penetrazione di un'infezione batterica nella cavità cistica e quindi riempirla con pus. Se ciò non viene impedito, allora c'è un'alta probabilità che le pareti dell'organo si fondano e il processo si diffonderà ai tessuti vicini e alla stessa ghiandola.

    La forza della sindrome del dolore, così come la secrezione di enzimi può essere ridotta usando i farmaci "inibitori della pompa protonica" (Rabeprazolo, Omeprazolo, OMEZ). Per garantire il normale trasferimento di carboidrati e composti grassi, viene utilizzata la terapia enzimatica - farmaci che includono "amilasi" e "lipasi", ma esclusi gli acidi grassi ("Creonte", "pancreatina").

    In assenza dell'effetto del trattamento conservativo per 4 settimane dovrebbe procedere al trattamento chirurgico della patologia.

    Metodi moderni di trattamento chirurgico

    Oltre il 92% dei pazienti con cisti pancreatica viene trattato in ambiente ospedaliero. Ad oggi, ci sono circa sette opzioni per eseguire l'operazione, che consente di salvare il paziente dalla patologia del pancreas. La comunità chirurgica russa preferisce procedure chirurgiche minimamente invasive (in cui la pelle non è quasi danneggiata).

    Gli interventi chirurgici per cisti percutanei, che vengono eseguiti sotto il controllo di una macchina ad ultrasuoni, differiscono nel minor numero di complicanze. Sono più efficaci nei casi in cui il processo volumetrico è localizzato nel corpo o nella testa della ghiandola. Il principio di questa operazione è abbastanza semplice. Dopo che il sito chirurgico è stato anestetizzato, uno strumento (ago per puntura o aspiratore) viene inserito attraverso una puntura nella regione epigastrica. Data la dimensione dell'istruzione, il chirurgo può produrre:

    L'indurimento percutaneo della cisti è una tecnica basata sull'introduzione di una speciale sostanza chimicamente attiva nella cavità della cisti. L'iniezione viene eseguita dopo aver pulito la cavità cistica dal contenuto. Di conseguenza, abbiamo la riabilitazione della cavità e la crescita del tessuto connettivo, che chiude la cavità della cisti;

    drenaggio percutaneo della puntura di una cisti - dopo aver pulito la cavità cistica dal fluido nella formazione, viene installato un drenaggio (tubo di gomma), che assicura un deflusso costante di fluido patologico dalla formazione. Il drenaggio non viene rimosso fino alla cessazione dell'essudato. Queste manipolazioni sono necessarie per l'auto-chiusura del difetto (overgrowing con tessuto connettivo). Tale operazione non viene eseguita se la cisti ha un grande volume (oltre 50-100 ml) o chiude il condotto della ghiandola.

    Se le manipolazioni percutanee non sono possibili, procedere con la versione laparoscopica dell'operazione. Prevede l'implementazione di due incisioni di non più di 2 cm di lunghezza, attraverso le quali vengono introdotti strumenti endoscopici nella cavità addominale. Tali operazioni si distinguono per un gran numero di possibili complicazioni, nonostante la loro minima invasività. Questi includono:

    escissione e occlusione della formazione - è usata se la cisti è localizzata superficialmente. L'operazione consiste nell'aprire la cavità della cisti, nei servizi igienico-sanitari usando agenti antisettici e sutura del difetto. Un'opzione consiste nell'utilizzare un elettrocoagulatore per chiudere completamente la cavità, ma in questo caso è necessario applicare il drenaggio per 3-7 giorni;

    La resezione laparoscopica di una parte di un organo è un'operazione traumatica, che è raccomandata quando c'è un grande difetto nel tessuto ghiandolare. Ad esempio, in presenza di una cisti di 5-7 cm di diametro sulla testa della ghiandola, si consiglia di rimuovere l'intera testa dell'organo. Il vantaggio di questa operazione è la bassa probabilità di recidiva della malattia;

    L'operazione di Frey (rimozione della testa ghiandolare con la creazione di una anastomosi pancrea-june) è una delle modifiche dell'intervento chirurgico sopra descritto. È necessario in presenza di una forte espansione del dotto della ghiandola. La tecnica per eseguire questo tipo di operazione consiste nel cucire il condotto della ghiandola direttamente nell'intestino tenue. Ciò consente di normalizzare il processo di secrezione degli enzimi e di ridurre al minimo la probabilità di sviluppare una necrosi pancreatica.

    Se la chirurgia percutanea o endoscopica non è possibile, si deve ricorrere alla chirurgia laparotomica (chirurgia aperta). Tali interventi richiedono un lungo periodo di riabilitazione, tuttavia, differiscono in quanto diventa possibile eseguire operazioni chirurgiche in qualsiasi volume. Esistono metodi di esecuzione delle operazioni di accesso aperto:

    escissione e drenaggio esterno dell'istruzione;

    resezione aperta di parte del pancreas;

    cisti di marsupilizzazione - questa operazione è stata effettuata per la prima volta negli anni settanta e fino ad oggi non ha perso la sua rilevanza. La sua tecnica è molto originale e consiste nell'apertura e sanificazione della cisti, dopo di che le pareti sono orlate sul bordo dell'incisione. Quindi, eseguire la sutura strato per strato dell'intera ferita. Il principale svantaggio di questo metodo è la frequente formazione di passaggi fistolosi.

    La cisti pancreatica è una patologia molto rara. La frequenza di insorgenza di questa malattia è dello 0,006% nel mondo (secondo il professor Vinogradov). Tuttavia, la presenza di sintomi pronunciati che influenzano in modo significativo la qualità della vita del paziente, richiede l'attuazione tempestiva delle misure diagnostiche e il trattamento della patologia. Oggigiorno, la medicina moderna è in grado di affrontare questa malattia senza particolari difficoltà. L'unica condizione per garantire un esito positivo del trattamento di una ciste pancreatica è un trattamento tempestivo per un aiuto qualificato.

    Cisti pancreatica: sintomi, cause e trattamento

    La cisti pancreatica (CS) è una formazione saccolata di tessuto connettivo con contenuto liquido, localizzata nei tessuti adiacenti alla ghiandola. Questa patologia del pancreas che si verifica raramente (RV), di regola, è il risultato di un danno infiammatorio o traumatico al parenchima dell'organo. Inoltre, le cisti possono essere di origine parassitaria.

    I sintomi del CSF dipendono dal volume del liquido accumulato, dalla sua disfunzione e dal grado di compressione della cisti degli organi vicini. Il volume delle borse cistiche è molto variabile e dipende dall'eziologia, dall'età dell'istruzione e dalla presenza di fattori aggravanti. La cisti può contenere da 50 ml a 7-8 litri di liquido e si estende ben oltre l'organo.

    Fattori di stimolazione

    Le cisti pancreatiche possono apparire in persone di diverse età. Le capsule cistiche possono essere di dimensioni e quantità diverse. La policistosi sistemica è possibile quando non solo viene attaccato il pancreas, ma anche le ovaie, il cervello, il fegato e / oi reni. Questo è caratteristico della patologia congenita. False cisti si pone sullo sfondo di un'altra malattia.

    • intasamento a breve termine del dotto biliare da parte di una pietra (malattia da calcoli biliari);
    • pancreatite acuta;
    • lesione del pancreas;
    • malattie parassitarie causate da elminti - cisticercosi, echinococcosi;
    • processo tumorale nel pancreas;
    • bloccare il dotto biliare con la nave;
    • disfunzione motoria pancreatica;
    • diabete del secondo tipo.

    Le cause possono essere causate dall'esposizione a fattori esterni avversi, quali:

    • abuso di alcol;
    • obesità causata dal metabolismo lipidico compromesso;
    • operazioni precedentemente trasferite su qualsiasi organo del tubo digerente.

    classificazione

    Esistono due categorie principali in base alle quali vengono classificate tutte le cisti che si formano sul pancreas. Nella prima forma di classificazione, le cisti si distinguono per la loro struttura. Quindi, c'è:

    • vera ciste pancreatica (è un'anomalia congenita con uno strato epiteliale ghiandolare);
    • cisti false del pancreas (formate dopo malattie).

    Anche le formazioni addominali sono classificate in base al luogo della loro localizzazione sull'organo. Pertanto, ci sono tre siti di localizzazione:

    • cisti della coda del pancreas (questa formazione non tocca gli organi che circondano il pancreas);
    • cisti della testa del pancreas (educazione che si verifica meno frequentemente di altre, e può pizzicare il duodeno);
    • cisti sul corpo del pancreas (si verifica più spesso, viola la posizione dello stomaco e del colon) /

    Per la natura dell'istruzione si distinguono:

    • benigna;
    • maligno;
    • precancerose.

    In termini di dimensioni, le cisti sono piccole e grandi. I piccoli hanno spesso dimensioni fino a 20 millimetri, quelli grandi possono raggiungere i dieci centimetri di volume.

    sintomi

    Una ciste nel pancreas attraversa diverse fasi della formazione:

    • La formazione iniziale della cavità di inclusione, più spesso si verifica 1-1,5 mesi dopo la pancreatite.
    • Dopo 2-3 mesi, appare una capsula, ma i suoi muri sono ancora troppo larghi e vulnerabili.
    • Approssimativamente in sei mesi la neoplasia finisce la sua formazione e ora ha pareti dense.
    • Dopo 6-12 mesi, la capsula con il liquido viene separata dai tessuti circostanti e diventa un'inclusione indipendente in grado di spostarsi dalla sua posizione originale.

    L'immagine della malattia dipende dalla dimensione dell'istruzione. Quindi, con piccole dimensioni, il paziente potrebbe non sentirsi a disagio e una cisti verrà scoperta per caso su un'ecografia. Man mano che la formazione cistica cresce, compaiono i seguenti sintomi:

    • perdita di peso, debolezza, periodi di febbre;
    • nausea, vomito, sgabello instabile;
    • dolore transitorio nella regione epigastrica o posteriore, aggravato nel tempo da un attacco, specialmente se la cisti è localizzata nella regione del plesso solare;
    • una cisti può spostare gli organi adiacenti (stomaco, intestino, fegato) e interrompere il loro lavoro;
    • con dimensioni sufficienti della cisti, comincia a essere palpabile attraverso la parete addominale sotto forma di una formazione arrotondata, liscia e solitamente indolore;
    • il rapido cambiamento nella natura del dolore e la dimensione della formazione, un brusco salto di temperatura può indicare lo sviluppo di una complicata cisti pancreatica;
    • se vi è una compressione da parte della cisti del dotto biliare nella testa della ghiandola, appare l'ittero.

    Diagnosi di cisti

    Un ecografo può diagnosticare una cisti di tutto il pancreas: testa, corpo e coda. L'ecografia endoscopica può inoltre determinare la formazione benigna o maligna.

    I metodi diagnostici sono piuttosto diversi. Sulla radiografia del sondaggio della cavità addominale, è possibile determinare l'ombra, la cui posizione corrisponde ai bordi della cisti. Se questo studio rivela deformati confini dello stomaco, si sospetta anche una cisti.

    La duodenografia con grande certezza rivela i contorni della ciste. Con l'irrigoscopia, è possibile rilevare cisti grandi, discendenti, pancreas policistico, con angiografia dei rami dell'arteria celiaca, i contorni di cisti di qualsiasi dimensione sono chiaramente visibili.

    Come trattare una cisti?

    Il trattamento delle cisti pancreatiche con metodi terapeutici viene effettuato se:

    • l'attenzione patologica è chiaramente limitata;
    • Ha un piccolo volume e dimensioni (fino a 2 cm di diametro);
    • solo una educazione;
    • Non ci sono sintomi di ittero ostruttivo e dolore severo.

    In tutti gli altri casi, ricorrere a metodi chirurgici di trattamento.

    Per i primi 2-3 giorni, viene prescritta una dieta da fame. Successivamente, è necessario limitare l'assunzione di cibi grassi, fritti e salati, poiché stimola la secrezione degli enzimi pancreatici e aumenta la distruzione dei tessuti (vedi cosa si può mangiare nella pancreatite cronica). Anche l'alcol e il fumo dovrebbero essere esclusi. Modalità paziente - riposo a letto (7-10 giorni).

    Vengono prescritti farmaci antibatterici della serie delle tetracicline o cefalosporine, che mirano a prevenire l'ingresso di infezioni batteriche nella cavità cistica e il riempimento con pus. Altrimenti, lo scioglimento delle pareti e la rapida diffusione del processo attraverso la ghiandola e i tessuti adiacenti sono possibili.

    È possibile ridurre il dolore e ridurre la secrezione prescrivendo "inibitori della pompa protonica" (OMEZ, Omeprazolo, Rabeprazolo, ecc.). Per la normale digestione di carboidrati e vari composti grassi, è indicata la terapia enzimatica - farmaci che contengono lipasi e amilasi, ma senza acidi biliari (pancreatina, creonte).

    Metodi chirurgici

    Se il trattamento conservativo è inefficace per 4 settimane, è indicato l'intervento chirurgico. La medicina moderna prevede la rimozione di cisti usando tecniche minimamente invasive. Tuttavia, il 92% dei pazienti è costretto a rimanere in ospedale per la durata del trattamento. Varianti dell'operazione, ce ne sono circa sette.

    Se l'intervento viene eseguito sotto il controllo del dispositivo a ultrasuoni, questo riduce significativamente il rischio di possibili complicanze. Sono mostrati nella posizione della formazione nell'area del corpo di un organo o nell'area della sua testa, poiché è in questi casi che danno l'effetto migliore. Per eseguire la procedura, il paziente viene perforato nella regione epigastrica, un ago di puntura viene inserito attraverso di esso (in alternativa, un aspiratore), dopo di che viene rimossa la cisti.

    Le manipolazioni del chirurgo dipendono dalla dimensione della formazione:

    1. Drenaggio percutaneo della puntura di una cisti - dopo aver pulito la cavità cistica dal fluido nella formazione, viene installato un drenaggio (tubo di gomma) che assicura un deflusso costante del fluido patologico dalla formazione. Il drenaggio non viene rimosso fino alla cessazione dell'essudato. Queste manipolazioni sono necessarie per l'auto-chiusura del difetto (overgrowing con tessuto connettivo). Tale operazione non viene eseguita se la cisti ha un grande volume (oltre 50-100 ml) o chiude il condotto della ghiandola.
    2. La sclerosi della formazione si basa sull'introduzione di una soluzione con una certa attività chimica. Viene inserito dopo aver svuotato la cisti. In futuro, si verifica il naturale processo di proliferazione del tessuto connettivo e il difetto viene eliminato.

    Se le manipolazioni percutanee non sono possibili, procedere con la versione laparoscopica dell'operazione. Prevede l'implementazione di due incisioni di non più di 2 cm di lunghezza, attraverso le quali vengono introdotti strumenti endoscopici nella cavità addominale. Tali operazioni si distinguono per un gran numero di possibili complicazioni, nonostante la loro minima invasività. Questi includono:

    1. Asportazione e occlusione dell'istruzione. È possibile eseguire questa operazione quando la cisti si trova superficialmente. Durante la procedura, il chirurgo lo apre, lo disinfetta con soluzioni antisettiche e lo risucchia strettamente. È possibile utilizzare un elettrocoagulatore invece di un ago, ma in questo caso sarà necessario installare un tubo di drenaggio per un massimo di una settimana.
    2. Resezione laparoscopica, che viene eseguita in presenza di un difetto pronunciato nei tessuti dell'organo. Ad esempio, se una cisti di una testa della ghiandola ha una dimensione di 50-70 mm, è necessaria una rimozione della testa. Sebbene questa operazione sia piuttosto traumatica, il rischio di ricaduta è minimo.
    3. L'operazione di Freya (rimozione della testa ghiandolare con la creazione di una anastomosi pancrea-june) è una delle modifiche dell'intervento chirurgico sopra descritto. È necessario in presenza di una forte espansione del dotto della ghiandola. La tecnica per eseguire questo tipo di operazione consiste nel cucire il condotto della ghiandola direttamente nell'intestino tenue. Ciò consente di normalizzare il processo di secrezione degli enzimi e di ridurre al minimo la probabilità di sviluppare una necrosi pancreatica.

    La chirurgia laparotomica è l'opzione più recente praticata dai chirurghi. Per eseguirlo, è necessario aprire la cavità addominale. In questo caso, il paziente dovrà attraversare un lungo periodo di recupero.

    La laparotomia può essere eseguita secondo il principio:

    1. Resezione aperta;
    2. Secondo il principio dell'asportazione dell'istruzione e del suo ulteriore drenaggio;
    3. Marsupilizzazione di una cisti - un'operazione del genere è stata effettuata per la prima volta negli anni settanta e oggi non ha perso la sua rilevanza. La sua tecnica è molto originale e consiste nell'apertura e sanificazione della cisti, dopo di che le pareti sono orlate sul bordo dell'incisione. Quindi, eseguire la sutura strato per strato dell'intera ferita. Il principale svantaggio di questo metodo è la frequente formazione di passaggi fistolosi.

    La cisti pancreatica è una patologia rara e si trova nel mondo in non più dello 0,66% della popolazione (secondo i dati del professor V. Vinogradov). Tuttavia, riduce significativamente la qualità della vita del paziente, quindi la sua tempestiva rilevazione e rimozione è così importante.

    Oggigiorno, la medicina moderna è in grado di affrontare questa malattia senza particolari difficoltà. L'unica condizione per garantire un esito positivo del trattamento di una ciste pancreatica è un trattamento tempestivo per un aiuto qualificato.

    Correzione di potenza

    Qualsiasi patologia del pancreas comporta la dieta. Se hai una cisti, dovrai mantenerla per lungo tempo. In caso di malattie croniche, la dieta è prescritta per tutta la vita.

    Vietato utilizzare:

    • fritto, affumicato, speziato;
    • cibi in salamoia;
    • alcol;
    • prodotti a base di carne;
    • grasso, grasso;
    • dolci con crema (torte, torte);
    • prodotti da forno freschi;
    • salse, maionese;
    • condimenti.

    I pazienti devono usare:

    • cereali (grano saraceno, riso, farina d'avena, semola);
    • il pesce non è una varietà grassa;
    • latticini e prodotti caseari a ridotto contenuto di grassi;
    • uova (principalmente proteine);
    • pollame bollito e al forno, coniglio e manzo (non grasso);
    • zuppe in acqua.

    Al di fuori della fase di aggravamento, puoi mangiare carne di maiale bollita, orzo perlato. Altri prodotti dovrebbero essere discussi con il medico, il quale, se necessario, modifica il menu.

    Articoli Simili Su Pancreatite

    Perché la pancetta del pancreas - le principali cause di gonfiore e gas forte

    L'aumento della flatulenza, accompagnato da disagio e un aumento del volume dell'addome, segnala un disturbo dei processi digestivi e possibili anomalie degli organi addominali.

    Dieta tabella №5 di Pevzner - cosa può e non dovrebbe essere, tabella di prodotti e menu

    Transizione rapida sulla paginaTabella di dieta numero 5 - uno dei più comuni tra i pazienti con malattie gastroenterologiche.

    Una selezione onesta di antibiotici per pancreatite acuta e cronica negli adulti

    La pancreatite è un gruppo di malattie dell'apparato digerente in cui è presente un'infiammazione del pancreas. Questo corpo secerne gli enzimi digestivi e produce insulina - un ormone responsabile del metabolismo dei carboidrati nel corpo.