Principale Complicazioni

Reflusso duodenogastrico - trattamento, diagnosi

Il reflusso duodenogastrico (GHD) è una malattia in cui vi è un reflusso retrogrado del contenuto del duodeno nello stomaco. Molto spesso, questa malattia viene diagnosticata come una sindrome che accompagna molte altre malattie dell'apparato digerente, come la gastrite cronica o l'ulcera peptica e l'ulcera duodenale. Solo nel 30% dei casi i medici diagnosticano la DGR come una malattia indipendente. Va notato che nel 15% delle persone sane, il reflusso duodenogastrico può anche essere rilevato, che si verifica periodicamente (durante il sonno, lo sforzo fisico) e non causa sintomi clinici. Poiché in tali casi questa condizione non influisce negativamente sul sistema digestivo, la DGR non è considerata una malattia.

Sintomi di reflusso duodenogastrico

I sintomi di questa malattia sono pochi e in molti modi simili ai segni di altre malattie del tratto gastrointestinale. A volte la malattia è completamente asintomatica e viene rilevata accidentalmente durante la fibrogastroduodenoscopia (FGDS), condotta in occasione di un'altra malattia.

I sintomi principali del reflusso duodenogastrico:

  • dolore nella regione epigastrica, il più delle volte di natura spastica, che appare qualche tempo dopo aver mangiato;
  • una sensazione di pienezza, gonfiore dopo aver mangiato;
  • bruciore di stomaco, che si verifica anche poco tempo dopo i pasti;
  • eruttare acido o aria;
  • nausea dopo aver mangiato, a volte vomito di bile;
  • sapore amaro in bocca;
  • fioritura giallastra sulla lingua.

La diagnosi della malattia non è di solito difficile per il medico. Se si sospetta un reflusso duodenogastrico, i pazienti vengono indirizzati alla fibrogastroduodenoscopia (FGDS). Ad alcuni pazienti viene prescritta radiografia a contrasto dello stomaco e del duodeno.

Trattamento DGR

Il trattamento dei pazienti affetti da questa malattia dovrebbe essere completo. Nella maggior parte dei casi, i medici possono determinare la causa del reflusso duodenogastrico e quindi il primo passo è iniziare a trattare la malattia sottostante.

I pazienti dovrebbero cambiare il loro stile di vita. Devi smettere di fumare e bere bevande alcoliche. L'uso di medicinali, in particolare aspirina, farmaci coleretici, caffeina, è possibile solo su prescrizione medica. I pazienti devono controllare il peso corporeo e prevenire lo sviluppo dell'obesità. La dieta è parte integrante del trattamento.

Terapia dietetica con DGR

I pazienti devono mantenere una dieta frazionata, il cibo deve essere assunto in 5-6 dosi, non deve permettere di mangiare troppo, il cibo deve essere masticato accuratamente o pre-macinare. La cottura è necessaria cuocendo al forno, a bagnomaria o bollente. Ci dovrebbe essere cibo caldo, non è raccomandato l'uso di cibi freddi o caldi. Dopo aver mangiato per 1 ora, non dovresti assumere una posizione orizzontale, permettere uno sforzo fisico, specialmente la tensione dei muscoli addominali.

La dieta per il reflusso duodenogastrico elimina l'uso di cibi grassi, speziati, affumicati, fritti e salati. I frutti acidi, gli agrumi, i pomodori, le cipolle, l'aglio, alcuni prodotti caseari, il pane fresco e la soda devono essere rimossi dalla dieta.

Si raccomanda di mangiare crusca, zuppe, puré di polenta, carne e pesce a basso contenuto di grassi, latte, yogurt, verdure, frutta e bacche (ad eccezione di acido).

Il trattamento farmacologico dei pazienti con reflusso duodenogastrico è finalizzato alla normalizzazione della motilità del tratto gastrointestinale e alla regolazione della funzione di evacuazione motoria di tutte le parti del sistema digestivo. Per i farmaci che regolano l'attività motoria del tratto gastrointestinale, è Trimedat.

Inoltre, i procinetici (Zeercal, Domperidone) sono assegnati ai pazienti, che aiutano ad accelerare lo svuotamento gastrico e promuovono il contenuto attraverso l'intestino tenue.

Per neutralizzare l'azione del contenuto del duodeno sulla mucosa gastrica, ai pazienti possono essere prescritti farmaci - inibitori della pompa protonica (Omez, Nexium).

L'uso di altri farmaci mira a combattere i sintomi della malattia. Per eliminare il bruciore di stomaco, vengono prescritti antiacidi, come Almagel, Gaviscon, Fosfalyugel.

Il trattamento del reflusso duodenogastrico è necessario anche nei casi in cui il paziente non abbia sintomi della malattia e non lo infastidisce affatto, poiché la DGR può portare allo sviluppo di una grave complicanza - la gastrite da reflusso.

Prevenzione del reflusso duodenogastrico

Per prevenire il verificarsi di questa condizione, è necessario monitorare la dieta e la dieta. Il cibo dovrebbe sempre essere preso in modo uniforme, non si dovrebbe permettere l'eccesso di cibo. Dopo aver mangiato, non è consigliabile sdraiarsi, piegarsi, sono esclusi i carichi fisici, che possono portare ad un aumento della pressione intra-addominale.

Dovrebbe limitare il consumo di caffè, cioccolato, pasticcini freschi, cibi grassi e fritti, alcool. Un ruolo importante nella prevenzione della malattia è la cessazione del fumo.

Quale dottore contattare

Se viene rilevato un reflusso duodeno-gastrico, contattare un gastroenterologo. La consulenza di un nutrizionista è necessaria per elaborare una dieta corretta.

Cos'è il reflusso duodenale gastrico? Sintomi e trattamento della malattia

GDR e le sue cause

Il reflusso gastrico-duodenale (GHD) si verifica in più della metà della popolazione. Nel 10-15% delle persone, questa condizione si verifica sporadicamente, ad esempio con uno sforzo fisico marcato o durante il sonno. Questa condizione non si manifesta con sintomi clinici e non è considerata una patologia.

La prevalenza delle informazioni mediche ha portato al fatto che il termine "reflusso duodenale gastrico" ha iniziato a distorcere. In alcune pubblicazioni informative si possono trovare reflusso gastrico duodenale o reflusso gastroduodenale. Queste opzioni sono errate.

Episodi prolungati e frequenti di DGR possono portare a una ristrutturazione irreversibile della mucosa gastrica, alla formazione di ulcere e allo sviluppo di gastrite cronica. La maggior parte dei casi di reflusso gastrico patologico compare in pazienti sottoposti a intervento chirurgico - gastrectomia.

Altri fattori che contribuiscono al problema:

  • intossicazione da alcool e fumo;
  • periodo di gestazione;
  • malattie infiammatorie della cistifellea, del pancreas e del fegato;
  • prendendo alcuni farmaci che influenzano la muscolatura liscia dell'intestino e dello stomaco;
  • situazioni stressanti ed errori nell'alimentazione;
  • sovrappeso.

Sintomi di reflusso duodenale-gastrico

Le manifestazioni cliniche di DGR non sono specifiche e sono simili alla maggior parte delle altre condizioni patologiche del tratto gastrointestinale. La DGR è spesso associata al reflusso gastroesofageo (contenuto gastrico nell'esofago), poiché queste due malattie hanno fattori di sviluppo comuni.

I segni clinici della malattia dipendono dalle caratteristiche individuali del paziente e dalla gravità della malattia. GHD può mostrare i seguenti sintomi:

  • bruciore di stomaco e rigurgito;
  • dolore dietro lo sterno e nella regione epigastrica;
  • deglutizione dolorosa;
  • sapore e odore sgradevoli dalla bocca;
  • sensazione di pienezza nello stomaco;
  • distensione addominale;
  • nausea, raramente vomito con una miscela di bile;
  • con un danno concomitante all'esofago, c'è una violazione delle vie respiratorie (raucedine, tosse secca, mal di gola) e la distruzione dello smalto dei denti.

Sfortunatamente, la gravità della DGR non corrisponde sempre alla gravità dei sintomi. Oltre l'80% dei casi di variazioni del pH nello stomaco e nell'esofago non sono accompagnati da sensazioni soggettive. Il paziente impara più spesso sulla malattia quando si manifestano cambiamenti irreversibili nella mucosa, un'ulcera, una gastrite o altre complicazioni.

Criteri diagnostici

Per diagnosticare l'uso di DGR:

  • pH-metria a lungo termine, che consente di registrare la frequenza, la durata e la gravità del reflusso;
  • radiografia con l'uso di un mezzo di contrasto, attraverso il quale è possibile rilevare la penetrazione del contrasto dal duodeno nello stomaco, oltre a rilevare un'ernia del diaframma;
  • elettrogastroenterografia, che fornisce informazioni sull'attività contrattile dello stomaco e del duodeno;
  • EGD (fibrogastroduodenoscopia), che consente di valutare il danno della mucosa dello stomaco e dell'esofago, per rilevare la presenza di ulcere, l'erosione e valutare la gravità del processo patologico.

Se durante la conduzione programmata della fibrogastroduodenoscopia in un paziente viene rilevato reflusso duodeno-gastrico, che non è accompagnato da cambiamenti nella mucosa gastrica e nei segni clinici, viene ignorato e non viene considerato patologia.

Come trattare il reflusso gastrico?

La maggior parte dei pazienti si chiede se questo problema possa essere risolto. La malattia è ben curabile nelle fasi iniziali, quando la ristrutturazione irreversibile della mucosa gastrica non è iniziata e il processo non ha acquisito un decorso cronico. In questi casi, un trattamento e una prevenzione adeguati risparmieranno dallo sviluppo delle complicanze GHD. Gli obiettivi della terapia sono di eliminare i sintomi, migliorare la qualità della vita del paziente, calmare la mucosa gastrica irritata ed evitare o eliminare le complicazioni della malattia.

  • dopo aver mangiato, non sporgersi in avanti e non assumere una posizione orizzontale;
  • durante il sonno, il capo dovrebbe essere il più alto possibile;
  • non mangiare prima di coricarsi;
  • evitare abiti stretti e attillati, corsetti e cinture;
  • mangiare in piccole porzioni;
  • la dieta per questa malattia implica il rifiuto di grassi, caffè, cioccolato, alcol e agrumi;
  • controlla il tuo peso;
  • evitare l'uso di farmaci che possono provocare reflusso (sedativi, nitrati, beta-bloccanti, tranquillanti, ecc.).

La terapia conservativa include:

  1. Accettazione di farmaci antiacidi come Smecta, Almagel, ecc. Questi rimedi sono usati per eliminare i sintomi di bruciore di stomaco, eruttazione e sapore sgradevole in bocca.
  2. Prokinetics (Reglan, Raglan, Motilium). Questi farmaci regolano e aumentano la motilità dello stomaco, accelerando il suo svuotamento.
  3. Agenti antisecretori (Ranitidina, Omeprazolo). Inibire la formazione di acido cloridrico e accelerare il processo di rigenerazione delle mucose.
  4. L'accettazione dei preparati enzimatici (Kreon, Festal, ecc.) È prescritta con una combinazione di GDR con malattie del pancreas.
  5. Stimolanti della secrezione gastrica e degli stimolatori del flusso sanguigno nella parete dello stomaco (Pentagastrina, Euphylline, Trental).
  6. Acido ursodesossicolico, che sostituisce gli acidi biliari tossici.

Terapia di rimedi popolari

I preparativi di medicina tradizionale sono usati nello schema di trattamento complesso in combinazione con medicine. Per il trattamento della malattia usare:

  • tè alle erbe con un effetto calmante (camomilla, salvia, erba di San Giovanni);
  • il piccolo seme di lino ha proprietà avvolgenti e lenisce la mucosa gastrica infiammata;
  • La tintura di piantaggine e il tè spinoso aumentano la motilità e favoriscono lo svuotamento gastrico.

Il trattamento con rimedi popolari dovrebbe essere tenuto in collaborazione con la terapia farmacologica e sotto la supervisione di uno specialista, in modo da non aggravare il decorso della malattia e ottenere un effetto positivo duraturo.

Modi per il trattamento del reflusso duodenale-gastrico (GHD)

Nonostante il fatto che uno stile di vita sano e un'alimentazione corretta stiano diventando sempre più popolari oggi, ci sono persone che ancora non prestano sufficiente attenzione alla loro salute, hanno cattive abitudini, usano cibi che difficilmente possono essere chiamati utili. E questo, a sua volta, diventa la causa principale di molteplici problemi con la digestione, che includono la DGR dello stomaco.

Duodenale - reflusso gastrico è una condizione in cui il contenuto del duodeno viene gettato nella cavità dello stomaco. In questo caso, il paziente spesso avverte disagio, come nausea, mal di stomaco, bruciore di stomaco, aumento della flatulenza.

Tuttavia, la DGR non è sempre considerata come una malattia indipendente, spesso sviluppandosi sullo sfondo di altri problemi con gli organi dell'apparato digerente. Inoltre, la presenza di reflusso duodeno-gastrico non indica affatto alcuna patologia dell'apparato digerente, poiché si verifica abbastanza spesso nelle persone sane (nel 15% dei casi). Allo stesso tempo, il lancio di contenuti intestinali nello stomaco si osserva principalmente durante la notte.

La presenza di processi patologici può essere detta nel caso in cui questo stato persiste per un lungo periodo di tempo durante il giorno. Inoltre, i pazienti hanno un significativo aumento dell'acidità gastrica, anche poche ore dopo i pasti. La malattia è più spesso il risultato di malattie degli organi dei reparti iniziali del tratto gastrointestinale, ma nel 30% dei casi si verifica una patologia indipendente. Spesso la malattia è il risultato di traumi e operazioni.

DGR nello stomaco si verifica più spesso sullo sfondo di altre malattie del tubo digerente. Allo stesso tempo il genere non ha importanza, la malattia si manifesta in modo uguale sia negli uomini che nelle donne. Molto spesso questo si verifica in età media e più anziana.

Fasi di sviluppo e tipi di malattia

A seconda di quanto contenuto nel duodeno penetra nello stomaco, ci sono tre fasi della malattia:

  1. Una piccola quantità (si verifica in quasi la metà dei pazienti)
  2. Importo moderato In questo caso, possono verificarsi i primi sintomi della malattia. Allo stesso tempo, DGR causa spesso altri problemi nel lavoro del tratto digestivo.
  3. Fase acuta, accompagnata da segni caratteristici. È considerato il più pericoloso, può causare gravi danni alla salute e al benessere del paziente.

A seconda dell'area della lesione dello stomaco, DGR è diviso nei seguenti tipi:

  1. Tipo di superficie Cellule danneggiate della mucosa gastrica. Allo stesso tempo, le cellule del tessuto epiteliale rimangono intatte.
  2. Tipo catarrale. Nella zona del muco notato la presenza di processi infiammatori. Allo stesso tempo, la mucosa diventa rossa, si verificano gonfiore e irritazione.
  3. Tipo erosivo L'atrofia della membrana mucosa è nota e le sue singole aree (i fuochi) sono influenzati.
  4. Tipo biliare. Lavoro violento degli organi biliari.

Il quadro clinico della malattia

Nella maggior parte dei casi, la RDT ha un decorso asintomatico o i suoi sintomi sono piuttosto deboli. Ciò complica enormemente la diagnosi della malattia nelle prime fasi del suo sviluppo. I segni clinici sono simili alle manifestazioni di malattie come ulcere e gastrite. E questo non è sorprendente, perché queste malattie spesso servono come la causa principale della DDR. Tuttavia, ci sono un certo numero di segni caratteristici, la cui presenza può indicare la presenza della malattia:

  1. Immediatamente dopo aver mangiato, il paziente avverte un dolore acuto nell'addome.
  2. Reclami di bruciore di stomaco frequente e prolungato che si verifica dopo aver mangiato e persiste anche 1-2 ore dopo aver mangiato cibo
  3. Gonfiore, pesantezza allo stomaco, anche quando si mangia una piccola quantità di cibo
  4. Fioritura gialla sulla superficie della lingua, amarezza nella bocca.

Una delle manifestazioni più caratteristiche della malattia è l'odore sgradevole della bocca del paziente, che persiste anche dopo le procedure igieniche nella cavità orale. Questo sintomo indica l'ingresso di bile nella cavità dello stomaco, specialmente dopo aver mangiato cibi ricchi di carboidrati.

Cause della malattia

Il numero di cause di sviluppo di questa sindrome include:

  1. Malattie dell'apparato digerente, come gastrite (forma acuta o cronica), ulcera peptica, reflusso gastroesofageo, quando il contenuto dello stomaco viene gettato nell'esofago
  2. Caratteristiche della struttura del tubo digerente, in particolare, la debolezza dei muscoli dello stomaco, sovrapposti all'ingresso e all'uscita
  3. La presenza di tumori nella regione dell'apertura esofagea del diaframma
  4. Cattive abitudini, dieta malsana (specialmente l'uso di cibi a base di carboidrati)
  5. Assunzione incontrollata di alcuni farmaci durante la gravidanza, quando l'utero in aumento comprime il tratto digestivo
  6. Mancanza di esercizio Pertanto, il gruppo a rischio include rappresentanti di occupazioni sedentarie.
  7. Età matura (tuttavia, ci sono casi di malattia tra i bambini).

Come identificare la malattia?

La diagnosi di questa sindrome è complicata dal decorso asintomatico della malattia o dalla bassa intensità dei suoi segni.

Il metodo di diagnosi più affidabile è considerato il pH - metria intragastrico, cioè la misurazione della dinamica dei cambiamenti nell'acidità del succo gastrico. Lo studio è condotto durante il giorno, è particolarmente importante tenere conto della dinamica dell'acidità durante la notte, quando il paziente non sperimenta lo sforzo fisico e non mangia il cibo.

La condizione dei muscoli dello stomaco viene valutata utilizzando la manometria antroduodenale. Questo metodo consente di identificare una diminuzione del tono muscolare, una violazione della motilità gastrica.

È necessario condurre uno studio sulla composizione del succo gastrico, che consente di rilevare la presenza di enzimi da altri organi del tratto gastrointestinale.

Di grande importanza è la diagnosi differenziale, cioè i metodi che consentono di distinguere la DGR da altre malattie, accompagnata da sintomi simili.

Caratteristiche del trattamento

Il trattamento efficace della RDT dovrebbe essere completo. Prima di tutto, è necessario consultare un medico - un gastroenterologo, che farà una diagnosi accurata, identificherà la causa della malattia, determinerà come trattare la malattia.

È importante! Un risultato positivo può essere raggiunto utilizzando non solo i farmaci, il paziente deve cambiare il loro stile di vita e dieta.

dieta

Normalizzazione della dieta - condizioni obbligatorie per il trattamento di successo. Il paziente non deve mangiare troppo, è necessario mangiare cibo in piccole porzioni, ma, abbastanza spesso, evitando periodi acuti di fame. Si consigliano tre pasti al giorno, con ogni pasto alternato a uno spuntino (sono necessari in totale 2-3 snack al giorno). Per gli spuntini è meglio scegliere la crusca, i cracker magri, il pane sotto forma di cracker. Tali prodotti contribuiscono alla rimozione dell'eccesso di bile.

Come i pasti principali, si dovrebbe dare la preferenza a piatti come le puree vegetali, i porridge, i latticini a basso contenuto di grassi e i kissels. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla consistenza dei piatti. Dovrebbero essere strofinati, il più semplice possibile per la digestione. Corsi utili dell'uso di acqua minerale medicinale, che include una grande quantità di magnesio.

L'elenco dei prodotti vietati per i pazienti affetti da questa sindrome è piuttosto ampio. Questo elenco include:

  1. Piatti grassi e fritti
  2. Spezie, spezie, salse piccanti
  3. Dolci, pasticcini
  4. agrume
  5. Cipolle, aglio, mele, cavoli, pomodori
  6. Caffè, alcool.

Trattamento farmacologico

Il paziente viene prescritto alcuni farmaci volti a ripristinare la salute del tratto digestivo. Esistono i seguenti gruppi di farmaci:

  1. Prokinetics (Motilium) migliora le condizioni dei muscoli dell'apparato digerente, favorisce la digestione e promuove il cibo
  2. I forni (e i suoi analoghi) proteggono la mucosa gastrica dagli effetti dannosi della bile, ripristinano le parti danneggiate della mucosa
  3. Omeprazolo (e i suoi analoghi) riducono l'acidità del succo gastrico, eliminando i sintomi spiacevoli della malattia
  4. Almagel contribuisce alla rapida rigenerazione della mucosa gastrica nei casi in cui al paziente viene diagnosticata un'atrofia della mucosa.

fisioterapia

Numerosi metodi fisioterapici aiutano ad eliminare i sintomi della malattia, ripristinare il tessuto muscolare e la mucosa gastrica. Per il trattamento di DGR si applicano:

  1. L'impatto delle correnti dinamiche. Aiuta a ripristinare il tono dei muscoli dello stomaco, accelera il processo di guarigione della mucosa, normalizza la nutrizione dei tessuti dello stomaco.
  2. Ultrasuoni. Allevia il disagio, il dolore, l'infiammazione delle mucose
  3. UHF riduce l'acidità del succo gastrico, regola il processo della sua produzione
  4. Esposizione a microonde Questo metodo è indicato per il dolore grave. La procedura contribuisce alla normalizzazione della motilità gastrica, riduce la quantità di succo gastrico prodotto, elimina i processi infiammatori.

Ricette della medicina tradizionale

I rimedi popolari, in combinazione con i metodi sopra menzionati, possono curare la malattia più velocemente. È importante ricordare che la scelta di una particolare prescrizione è fatta individualmente per ciascun paziente, a seconda della portabilità degli ingredienti. Ricette popolari come:

  1. Succo fresco di radice di sedano. Mangiare prima di ogni pasto (30 minuti) e 1 cucchiaio. l. succo di frutta.
  2. Fiori di tarassaco messi strettamente in un barattolo da 3 litri. Allo stesso tempo, ogni strato del prodotto viene riempito con una piccola quantità di zucchero. Quando i fiori danno il succo, è necessario separare e prendere 1 cucchiaino. al giorno

Come prevenire

Le misure preventive sono piuttosto semplici. È necessario:

  1. Abbandona le cattive abitudini
  2. Limitare il consumo di caffè forte
  3. Monitor di peso
  4. Limitare l'assunzione di alimenti che causano un aumento dell'acidità gastrica (pasticcini freschi, dolci, agrumi, cibi piccanti, fritti, salati).

Cure DGR può essere soggetto solo al rispetto di tutte le prescrizioni del medico. Ciò riguarda non solo l'assunzione di farmaci, ma anche la dieta. Una dieta anormale nega l'intero effetto terapeutico che i farmaci e le procedure danno.

Reflusso gastrico duodenale: che cos'è, sintomi, trattamento

Il reflusso duodenale-gastrico (GHD) è un disturbo del sistema digestivo, che è accompagnato dall'ingresso del contenuto dell'intestino tenue nello stomaco. Di norma, la malattia indica una condizione patologica di uno o più organi dell'apparato digerente, ma viene anche diagnosticata come una malattia indipendente.

Le varianti di ortografia trovate del reflusso gastrico duodenale, duodenale gastrico o gastrico non sono corrette.

DGR - che cos'è

La malattia indipendente è piuttosto rara - nel 30% dei casi. Di norma, la DGR è un sintomo concomitante di patologie gastrointestinali: gastrite cronica, lesioni ulcerative dello stomaco e duodeno (duodeno), gastroduodenite, duodenite.

La patologia può anche svilupparsi a seguito di un intervento chirurgico - dopo aver tagliato la cistifellea, suturando ulcere gastriche o duodenali perforate.

Ci sono segni di malattia da reflusso duodenogastrico in persone sane. Nel 15% della popolazione, il cibo dall'intestino superiore può tornare allo stomaco, il che non sempre significa uno stato anormale del tratto digestivo.

Molto spesso, i calchi si verificano durante la notte e durante lo sforzo fisico, senza causare un aumento del livello di acidità dell'ambiente gastrico e senza portare disagio.

Tuttavia, il reflusso gastroduodenale prolungato è pericoloso per lo stato dell'apparato digerente. Gli enzimi attivi contenuti nella bile, agiscono in modo aggressivo sulle pareti dello stomaco, ferendo la guaina protettiva. Nel tempo, un tale effetto chimico porta alla gastrite da reflusso - "corrosione" dello strato protettivo e infiammazione delle pareti degli organi interni.

Inoltre, la pressione nello stomaco aumenta e il contenuto intestinale può essere ulteriormente spinto. A differenza del GHR tradizionale (grado 1), quando il cibo non sale sopra lo stomaco, GHD grado 2 è caratterizzato da un lancio di contenuti duodenali nell'esofago (duodenale-gastroesofageo) o nella cavità orale (reflusso duodeno-gastroesofageo-orale).

Sintomi di reflusso duodenale-gastrico

Perché la malattia sorge e come procede? Tra le principali cause di patologia sono:

  • stenosi gastroduodenale - bassa pervietà dello stomaco pilorico, restringimento dell'uscita che conduce al duodeno;
  • aumento della pressione nella regione superiore dell'intestino tenue;
  • disturbo del movimento dello stomaco e del duodeno;
  • processi infiammatori cronici che si verificano nel tratto gastrointestinale (gastrite, ulcere gastriche, cancro), nonché effetti a lungo termine sulla mucosa di fattori avversi (fumo, abuso di alcol, farmaci a lungo termine);
  • dieta malsana;
  • effetti della chirurgia;
  • la gravidanza può contribuire all'indebolimento dei muscoli esofagei.

Spesso l'influenza sullo sviluppo della patologia ha diversi fattori.

Quali sono i segni del reflusso duodenogastrico?

Identificare i sintomi luminosi della malattia non è facile, in quanto sono simili alle manifestazioni di altre patologie nell'attività dell'apparato digerente. A volte una persona non sente alcun disagio e la malattia viene diagnosticata casualmente quando si gestiscono i reclami di altri problemi.

I segnali che indicano il lancio retrogrado di contenuti duodenali nello stomaco sono:

  • dolore cramping nella parte superiore dell'addome, dopo un pasto;
  • sensazione di gonfiore, pienezza dello stomaco, aumento della formazione di gas;
  • bruciore di stomaco e rigurgito con un sapore aspro;
  • eruttazione dell'aria;
  • amarezza in bocca;
  • nausea, vomito (il cibo rimane con la bile);
  • fioritura densa nella lingua del giallo.

Il rischio di DGR è che, asintomatico, può provocare complicazioni: forma gastroesofageo, gastrite da reflusso, metaplasia intestinale dello stomaco o dell'esofago, la crescita di tumori cancerosi.

Anche il sistema respiratorio ha un effetto negativo: a causa della GHD, alcuni pazienti sviluppano asma, bronchite e polmoni.

Tutti questi importanti cambiamenti sono associati agli effetti aggressivi degli enzimi intestinali e della bile sulla membrana mucosa dello stomaco e dell'esofago, che sono soggetti a ustioni chimiche.

Diagnosi della malattia

Non è sempre possibile determinare la DGR con segni esterni e reclami dei pazienti. Per escludere disturbi simili nel tratto gastrointestinale, è necessario sottoporsi alla procedura di esofagogastroduodenoscopia (EFGDS) - ispezione della cavità dello stomaco e dell'intestino tenue con una sonda con una camera speciale. Questo studio aiuta a stabilire lo stato della mucosa, ma esso stesso può provocare GHD.

Il metodo diagnostico più accurato per la verifica della patologia è il pH-metria giornaliero dell'ambiente gastrico. Le variazioni dell'acidità gastrica durante la notte vengono attentamente analizzate, in quanto non sono associate ai pasti e all'esercizio fisico.

La diagnosi di DGR è fatta se il pH gastrico sale sopra 3. E nello studio del succo gastrico in esso dovrebbero essere rilevate le impurità della bile.

L'elettrogastroenterografia e la manometria antroduodenale forniscono informazioni sulla funzione motoria dello stomaco e del duodeno.

Trattamento del reflusso gastrico duodenale

Prima di tutto, è necessario eliminare le malattie concomitanti che comportano anche GHD: gastrite, gastroduodenite, ulcera, duodenite.

La normalizzazione del funzionamento del tratto gastrointestinale è possibile solo con un approccio integrato: l'uso di farmaci, i cambiamenti dello stile di vita, il rifiuto delle cattive abitudini.

Terapia farmacologica

Come trattare il reflusso gastroduodenale dipende dalla ragione del suo aspetto. Solitamente farmaci prescritti come:

  • farmaci che normalizzano la motilità del tratto gastrointestinale superiore (Trimedat);
  • la procinetica che stimola l'attività locomotoria dello stomaco e del duodeno e promuove una migliore progressione del cibo attraverso il tratto digestivo (Cerual);
  • farmaci che neutralizzano l'azione della bile nello stomaco (Rabeprazole, Nexium, Omez);
  • mezzi per ridurre l'acidità del succo gastrico, nonché per alleviare i sintomi spiacevoli, come il bruciore di stomaco (Almagel, Maalox).

Suggerimenti per la nutrizione

Il reflusso duodenale-gastrico dovrà essere trattato con entrambe le pillole e la dieta:

  • È importante osservare la dieta: mangiare allo stesso tempo è 4-6 volte al giorno, se possibile, ridurre le porzioni, in modo da non abituarsi a mangiare troppo;
  • il cibo deve essere cotto a vapore o bollito; la torrefazione nel forno è consentita. I cibi fritti dovrebbero essere completamente esclusi dalla dieta;
  • La temperatura ottimale del pasto finito è di 35-37 gradi. Troppo caldo o troppo freddo può danneggiare le mucose;
  • è meglio mangiare cibo tritato o masticarlo bene;
  • dopo aver mangiato non puoi mentire, è meglio fare una passeggiata di mezz'ora, evitando carichi pesanti;
  • Hai bisogno di abbandonare i prodotti che irritano il muco - salato, piccante, acido, cibi in salamoia, carni affumicate e cibo in scatola, pane di lievito, agrumi, pomodori, cipolle e aglio, soda, caffè;
  • Minestre e porridge passati, carne magra e pesce e latte magro dovrebbero prevalere nella dieta; aiuta a promuovere il contenuto duodenale nell'intestino dell'uso di crusca, verdure fresche (eccetto cavoli, cetrioli, fagioli di asparagi) e frutta (non acida).

Il rifiuto di abitudini nocive - l'alcol, il fumo - sarà un passo efficace verso il recupero.

Dovresti anche interrompere i farmaci non sistematici (in particolare i farmaci antinfiammatori coleretici e non steroidei - aspirina, ibuprofene, diclofenac) o consultare il tuo medico circa la loro sostituzione.

Ricette popolari

Ulteriore aiuto nel trattamento della DGR può essere la medicina tradizionale:

Tisana: erba di San Giovanni, camomilla, achillea. Le proporzioni sono scelte per il gusto. Assumere due volte al giorno. Questa infusione aiuta bene nei processi infiammatori del tratto digestivo.

Semi di lino inzuppati L'acqua della temperatura ambiente viene versata semi di lino (1 cucchiaio - mezzo bicchiere d'acqua). Viene assunto a stomaco vuoto dopo che il lino secerne il muco che protegge le pareti degli organi interni.

Contro il vomito aiuta le foglie di fumyanka (2 cucchiai da tavola per mezzo litro di acqua bollente). Insistere per un'ora. Prendi 50 ml ogni due ore.

Le foglie di rue, che possono essere masticate o aggiunte al tè, aiutano a ripristinare la funzione motoria del tratto digestivo.

Si prega di notare che i rimedi popolari non sono la base del trattamento! Il primo passo è visitare un gastroenterologo o un terapeuta!

Prevenzione del reflusso duodenogastrico

Nutrizione scorretta e sue conseguenze - l'obesità provoca lo sviluppo di questa risonanza. Pertanto, mantenendo il corpo in tono e attento al cibo consumato - le principali misure preventive per mantenere la propria salute.

Inoltre, dovresti cercare immediatamente un aiuto professionale in caso di sintomi spiacevoli, trattare le malattie diagnosticate degli organi dell'apparato digerente, ascoltare i consigli dei medici, seguendo le loro raccomandazioni.

Reflusso gastrico duodenale

La DGR dello stomaco è una condizione patologica dello stomaco in cui il contenuto alcalino del duodeno viene gettato nel contenuto acido dello stomaco. Questa patologia provoca l'emergere di uno squilibrio dell'ambiente gastrico e si chiama reflusso duodenale-gastrico. La condizione è raramente accompagnata da sintomi intensi, si verifica più spesso con l'attività fisica attiva di una persona o di notte durante il sonno.

Il lancio di contenuti duodenali attraverso il piloro avviene in circa ogni nono adulto, la cui vita è associata ad una bassa attività fisica e al consumo di una grande porzione di cibo in una volta (impiegati). Il suo contributo alla progressione dei fast food reflusso. Sotto l'influenza del contenuto duodenale, si sviluppano processi infiammatori nello stomaco.

Da dove vengono queste patologie?

Il reflusso duodenale-gastrico accompagna tali malattie croniche dell'apparato digerente come gastrite e ulcera peptica. Questa patologia non è considerata una malattia indipendente, pertanto le cause di una violazione della conduzione unilaterale del cibo lungo il tratto gastrointestinale sono la gastrite e la duodenite. A sua volta, la gastrite è associata a gravi anomalie nel duodeno. Spesso, quando viene rilevata la DGR, viene rilevata una malattia complessa, la gastroduodenite.

Diversi fattori associati a una violazione di uno stile di vita sano possono provocare l'insorgenza della patologia:

  • fumo di tabacco e sostanze stupefacenti;
  • abuso di alcol;
  • l'uso di farmaci non autorizzati durante il periodo di gravidanza.

DGR può essere formato sotto l'influenza di interni

fonti: insufficiente tono dei muscoli circolari delle aperture dello stomaco o ernia del diaframma nell'esofago. Fonti di patologia possono essere le conseguenze di una pressione troppo alta nel duodeno: colecistite, pancreatite, morbo di Botkin. Non è escluso il rilevamento della patologia dopo interventi chirurgici nella regione addominale: rimozione della cistifellea, imposizione di anastomosi con fissazione di anse intestinali. Gli acidi biliari contenuti, gli enzimi pancreatici e gli enzimi che degradano la lecitina contribuiscono a concentrazioni anomale nel succo gastrico.

Tipologie e gradi di reflusso

A seconda del progresso del reflusso, ci sono 3 gradi di patologia,

Lanciare il succo gastrico nell'esofago

rilevato mediante metodi diagnostici per l'individuazione di una malattia concomitante.

La metà dei pazienti con reflusso del duodeno mostrava 1 grado di GDR, in cui la miscelazione dei contenuti gastrici con il duodenale era insignificante.

In una malattia da reflusso, quattro pazienti su dieci hanno avuto un disturbo gastrico maggiore, che corrisponde alla patologia dello stadio 2.

Circa uno su dieci pazienti ha mostrato, a seguito di diagnosi, gravi violazioni del movimento del contenuto duodenale nello stomaco, che è caratterizzato da malattia di grado 3.

Dovrebbe essere compreso che il reflusso gastrico nel tipo di malattia è identico a gastroduodenitis. A proposito di gastroduodenitis I testimonia le seguenti manifestazioni:

  • alitosi;
  • pesantezza allo stomaco;
  • voglia di vomitare.

Ci sono altri segni di gastroduodenite, che sono legati alla gastrite:

  • violazione della sedia nella direzione liquida e nella direzione della stitichezza;
  • flatulenza;
  • diminuzione dell'appetito;
  • frequenti eruttazioni.

Secondo la tipologia del flusso di processi distruttivi, si distinguono 4 tipi di reflusso:

  1. Tipo superficiale in cui sono interessate solo le cellule della mucosa. L'integrità dell'epitelio ghiandolare esocrino non è rotta.
  2. Quando il reflusso è accompagnato da processi infiammatori, gonfiore e arrossamento della mucosa, è consuetudine parlare di una patologia catarrale.
  3. Nel reflusso erosivo, la mucosa è caratterizzata da atrofia focale.
  4. La varietà biliare è coniugata con un alterato deflusso di bile dalla cistifellea al duodeno.

Sintomi di riflusso

Il reflusso duodenale-gastrico in una forma separata non è facile, poiché i sintomi della patologia ripetono i segni di quasi tutte le malattie dell'apparato digerente. Il più caratteristico di GDR è:

  • intenso dolore acuto nella regione epigastrica, che accompagna la digestione del cibo;
  • costante sensazione dolorosa di bruciore di stomaco;
  • flatulenza;
  • fitta fioritura gialla sulla superficie della lingua;
  • ingresso di acidi biliari dal duodeno attraverso lo stomaco nell'esofago con eruttazione e amarezza nella bocca.

Se c'è una grande quantità di carboidrati nella dieta del paziente, allora quando DGR c'è un alitosi. Il cattivo odore è dovuto alla penetrazione della bile nello stomaco dal duodeno attraverso il piloro.

Il reflusso gastrico viene rilevato anche durante gli esami diagnostici che escludono il sospetto di reflusso duodenale, ad esempio fibrogastroduodenoscopia o altri metodi diagnostici che rilevano la presenza di altre condizioni patologiche del tratto gastrointestinale.

La presenza di reflusso è anche indicata da segni di capelli secchi e unghie che si spezzano velocemente, colore della pelle malsano, zade e angoli iperemici della bocca.

Diagnosi di reflusso

La DGR viene rilevata durante l'esame visivo del paziente, raccogliendo la storia. Se un medico ha un sospetto, diversi referenti vengono assegnati per l'esame, consentendo di confutare o confermare la malattia. Contribuire alla rilevazione del reflusso:

  • Ultrasuoni della regione addominale. L'ecografia esamina la natura e le fonti di anormalità nello stomaco, nella cistifellea, nel pancreas o nel duodeno;
  • l'esofagogastroduodenoscopia è l'immagine più accurata del rilevamento del reflusso, quando i dati ottenuti consentono la valutazione citologica e istologica del grado di lesione della mucosa e la natura della sua lesione (processo maligno o benigno);
  • analisi chimica del succo gastrico, che consente di determinare anche piccole concentrazioni di enzimi pancreatici e acidi biliari mediante titolazione;
  • misurazione utilizzando gli indicatori di pH del succo gastrico durante il giorno. Se, dopo aver mangiato, il pH viene spostato sul lato alcalino, viene valutata la penetrazione del liquido duodenale nello stomaco e la miscelazione dei due fluidi.

Come viene trattato il reflusso?

Il regime di trattamento del DRG è complesso e solo un medico qualificato può farlo. Il problema rilevato nel corso di esami diagnostici in breve tempo viene eliminato con l'aiuto di una corretta selezione del regime di trattamento, che comprenderà il trattamento farmacologico, le procedure di fisioterapia e la normalizzazione della dieta. L'impatto della medicina tradizionale non è escluso.

Lo scopo del complesso trattamento fisioterapeutico è il ripristino dello stato elastico dei muscoli addominali. Questa direzione include non solo esercizi fisici, ma anche procedure (stimolatore muscolare elettrico per i muscoli addominali).

Il trattamento farmacologico ha diversi compiti per ridurre l'irritazione del succo pancreatico sulla mucosa gastrica e ripristinare la motilità intestinale per condurre il cibo unilateralmente. Per svolgere questi compiti, il medico può prescrivere i seguenti farmaci:

  • la procinetica (Motilium, Passazhiks) ripristina il progresso del cibo in modo progressivo e fornisce il tono dei muscoli circolari muscolari del tubo digerente;
  • compresse e sospensioni di Ovenson e Choludexan, così come i loro analoghi, aiutano a ridurre gli effetti dannosi degli acidi biliari sulla mucosa gastrica;
  • L'omeprazolo e i suoi analoghi riducono l'acidità dello stomaco, che crea una barriera all'attività degli acidi biliari nello stomaco;
  • quando si forma un riflusso erosivo, vengono prescritti farmaci come Almagel o Piloride.

I preparativi e le procedure fisioterapiche sono efficaci solo nella normalizzazione della nutrizione del paziente, pertanto una dieta con reflusso è l'obiettivo principale nel trattamento della patologia.

La medicina erboristica nel caso della scoperta della DGR produce un effetto, ma la selezione delle erbe viene effettuata individualmente, a seconda della tolleranza individuale del corpo dei componenti vegetali, del grado della malattia e dei disturbi associati del tratto gastrointestinale. Altrimenti, è possibile aggravare la situazione e causare danni irreparabili al corpo.

Il succo di sedano rapa è uno dei rimedi più semplici per il trattamento del reflusso. Basta mezz'ora prima
prendendo cibo per mangiare un cucchiaio di succo. Un altro semplice strumento - lo sciroppo di fiori di tarassaco viene preparato dai fiori della pianta e 0,5 kg di zucchero. Se ci sono controindicazioni allo zucchero, è sostituito dal fruttosio. Una bottiglia da 3 litri è farcita con fiori della pianta, ottenendo il rilascio di succo e strati di zucchero (fruttosio). Usa un cucchiaio al giorno per prevenire il reflusso. Se DGR è già rilevato, l'assunzione è aumentata a 2-4 volte al giorno. Lo stesso sciroppo viene preparato dai fiori di camomilla con lo zucchero per produrre uno sciroppo. Utilizzare come nel caso del dente di leone. Dai decotti si applicano diverse erbe. Ecco uno di questi, nessuna complessità diversa nell'acquisizione e preparazione. 1 parte di fiori di camomilla, 2 parti di assenzio e menta sono ben miscelati, si aggiunge acqua bollente fino a 1 litro di volume e si infusa per 2 ore. Trascorso questo tempo, filtrare la soluzione e consumarla prima di assumere cibo a 0,1 litri.

Prevenzione di DGR

Nel trattamento della GHD e la sua prevenzione non è raccomandato nella dieta per ricorrere alle seguenti azioni:

  • fumare e abusare di bevande "forti". Al momento della esacerbazione della malattia - abbandonare completamente l'alcol;
  • evitare bevande ad alto contenuto di caffeina, usare i farmaci solo come indicato dal medico;
  • prevenire l'eccesso di peso corporeo normale;
  • attenersi al cibo dietetico.

L'alimentazione dietetica implica l'esclusione di alcuni prodotti dalla razione giornaliera e una maggiore inclusione degli altri. Dovrebbe smettere temporaneamente di consumare:

  • prodotti a base di cioccolato;
  • prodotti da forno, in particolare pane caldo morbido;
  • cibi affumicati, salati, piccanti e fritti;
  • aglio e agrumi.

Nella razione giornaliera devono essere incluse le varietà di carne e di grassi a basso contenuto di grassi, i prodotti a base di acido lattico, le verdure, i frutti e le bacche e le zuppe di purè.

Il numero di pasti al giorno dovrebbe essere aumentato e il volume delle porzioni dovrebbe essere ridotto. Pertanto, la pressione nella cavità del duodeno viene ridotta. Dopo un pasto, non si dovrebbe eseguire il lavoro fisico, così come prendere una posizione prona, per evitare di lanciare contenuti duodenali nella cavità dello stomaco.

Prognosi della malattia

In caso di violazione maligna della dieta, così come il trattamento prematuro del paziente per assistenza medica qualificata, lo sviluppo di ulcere gastriche non è escluso. Lo stile di vita e l'alimentazione sbagliati sono la causa di nuove crescite, comprese quelle maligne.

Se il reflusso duodenale-gastrico viene rilevato e diagnosticato correttamente nel tempo, il suo trattamento produce l'effetto appropriato, in cui i sintomi e il quadro clinico della patologia vengono ridotti e rimossi completamente, vale a dire la prognosi della malattia con il suo trattamento adeguato è favorevole.

  • Sei stanco di dolori allo stomaco, nausea e vomito...
  • E questo costante bruciore di stomaco...
  • Per non parlare dei disturbi della sedia, alternando costipazione...
  • A proposito di un buon umore da tutto questo e ricorda nauseante...

Pertanto, se soffri di un'ulcera o di una gastrite, ti consigliamo di leggere il blog di Sergey Korotov, capo dell'Istituto di Malattie Gastrointestinali.

Reflusso duodenogastrico: sintomi, trattamento

Il reflusso duodenogastrico è il lancio di cibo parzialmente digerito (noduli di cibo) dal duodeno 12 nello stomaco. La patologia si presenta abbastanza spesso - più spesso manifestata come segno di altre malattie del tratto gastrointestinale, ma poiché può, sebbene raramente, manifestarsi come una malattia indipendente, viene evidenziata in una nosologia separata.

Dati generali

La malattia non appartiene a stati pericolosi, ma soggettivamente provoca disagio fisiologico nei pazienti e peggiora significativamente la loro qualità di vita, e quindi attira l'attenzione costante dei gastroenterologi. D'altra parte, il reflusso duodenogastrico inespresso è osservato nel 15% della popolazione sana dal punto di vista della gastroenterologia - persone che non si sono mai lamentate delle violazioni del tratto gastrointestinale. In una tale categoria, il reflusso duodenogastrico o si manifesta con una sintomatologia pigra, che è facilmente interrotta, o non si manifesta affatto, quindi, in questo caso, non è considerata una patologia. Nelle persone sane, l'ingresso di cibo parzialmente digerito dal duodeno allo stomaco si osserva principalmente durante la notte, a causa del fatto che:

  • le persone cenano tardi;
  • sfintere pilorico di notte può rilassarsi.

Lo sfintere pilorico è una fibra muscolare circolare nella parete dello stomaco nel punto di transizione di questo organo nel duodeno. Porzionano il cibo parzialmente digerito dallo stomaco nell'intestino e non gli permettono di tornare. Ciò impedisce il conflitto fisiologico della mucosa gastrica con il nodulo di cibo, che ha già un valore di pH diverso a causa della secrezione del duodeno, degli enzimi dalla cistifellea e del pancreas.

I gastroenterologi considerano il reflusso duodenogastrico una patologia nel caso in cui:

  • l'acidità del succo gastrico, determinata durante la misurazione del pH giornaliera, è superiore a 5, il che significa uno spostamento verso il lato alcalino;
  • questo spostamento dell'acidità non è correlato all'assunzione di cibo.

Il reflusso duodenogastrico come patologia chiaramente definita viene diagnosticata in base a dati diversi nel 28-32% dei pazienti. Uomini e donne ne sono ugualmente influenzati. Un aumento del numero di casi di reflusso duodenogastrico è osservato tra gli studenti - a causa della malnutrizione (il più delle volte ciò avviene durante le sessioni studentesche).

Secondo un numero di gastroenterologi, il reflusso duodenogastrico si verifica nel 45-100% dei casi di tutte le patologie croniche dello stomaco e del duodeno, ma non sempre diagnosticato (principalmente a causa del sottoesame).

L'importanza della patologia è che può contribuire all'emergenza e all'ulteriore sviluppo di quasi tutte le varietà di patologia gastrica - prima di tutto:

  • ulcera peptica;
  • infiammatorio;
  • tumore (nel periodo di tempo remoto).

Molto spesso, la malattia si sviluppa dopo alcuni tipi di intervento chirurgico nel tratto gastrointestinale - il più delle volte dopo:

  • colecistectomia (rimozione della cistifellea);
  • manipolazione chirurgica dei dotti biliari;
  • trattamento chirurgico del pancreas;
  • sutura dell'ulcera duodenale.

Cause e sviluppo della patologia

Le cause più comuni che portano al reflusso duodenogastrico sono:

  • violazione dell'attività motoria dello stomaco e / o del duodeno 12;
  • aumento della pressione nel duodeno;
  • esame endoscopico del tratto gastrointestinale.

Grazie al miglioramento delle tattiche di fibrogastroduodenoscopia, è sempre meno spesso la causa di questa patologia. Se la bile viene rilevata nello stomaco, significa che la causa del reflusso non è stata causata da EGD, ma da altri fattori.

A sua volta, può verificarsi il fallimento dello stomaco pilorico:

  • a seguito di violazioni dello sviluppo fetale - in particolare, con la posa impropria del tubo alimentare;
  • nelle patologie acute e croniche dello stomaco, che colpiscono principalmente il dipartimento pilorico, così come i dipartimenti limitrofi;
  • dopo l'intervento chirurgico per la patologia dello stomaco (non solo il suo dipartimento pilorico, ma anche i segmenti vicini - il loro funzionamento è interconnesso).

Poiché, a causa del costante lancio pronunciato del contenuto del duodeno nello stomaco, la pressione nella cavità di quest'ultimo aumenta, questo, a sua volta, può causare il reflusso gastroesofageo - lanciando una porzione del contenuto dello stomaco nell'esofago.

Questo succede spesso se il reflusso duodenogastrico:

  • pronunciato;
  • a lungo non trattato;
  • sebbene siano stati fatti appuntamenti terapeutici, è stato osservato per molto tempo.

La principale conseguenza patologica del reflusso duodenogastrico è l'effetto aggressivo del contenuto del duodeno sulla mucosa gastrica. Durante questo, si verificano i seguenti processi:

  • Gli acidi del contenuto della cistifellea e degli enzimi pancreatici corrodono la mucosa gastrica, motivo per cui gli ioni idrogeno del succo gastrico vengono risucchiati nella parete dello stomaco. Ciò porta ad un aumento della produzione di acido cloridrico e al crescente aumento dell'acidità del succo gastrico;
  • questi stessi composti biologici danneggiano le strutture grasse delle cellule dello stomaco, aumentando così la loro sensibilità ai componenti aggressivi del succo gastrico (principalmente all'acido cloridrico). Arriva un conflitto chimico tra il muro dello stomaco e il suo segreto (secrezioni).

Il reflusso duodenogastrico può verificarsi anche quando:

  • malattie funzionali dello stomaco - quelle che non sono caratterizzate da cambiamenti nella parete del corpo - per esempio, con discinesia gastrica (alterata attività locomotoria gastrica);
  • gastropatologia organica, che sono caratterizzati da disturbi fisico-anatomici nella parete gastrica.

Molto spesso questi sono tali malattie e condizioni:

  • gastrite cronica;
  • ulcera peptica;
  • ulcera duodenale;
  • cancro allo stomaco;
  • una diminuzione del tono dello sfintere di Oddi (fibre muscolari circolari che circondano la confluenza del dotto biliare e il dotto pancreatico nel duodeno e normalmente regolano l'ingresso di enzimi biliari e pancreatici in esso);
  • duodenostasi (compromissione o completa cessazione dell'attività motoria del duodeno).

È necessario distinguere le relazioni causali della patologia del tratto gastrointestinale e il reflusso duodenogastrico:

  • nelle malattie funzionali del tubo digerente, prima c'è una violazione della motilità dello stomaco e dei segmenti iniziali dell'intestino tenue, quindi, come risultato, si verifica reflusso duodenogastrico;
  • con lesioni organiche del tratto gastrointestinale, il reflusso appare prima, e già provoca una violazione dell'attività motoria del tubo digerente.

Una tale sfumatura è un aiuto nella diagnosi.

Se l'attività motoria del segmento "stomaco-12-duodeno" è disordinata (e nei casi avanzati è completamente caotica), allora questo porta già a una violazione del movimento dei contenuti gastrici nel 12-duodeno. Il "blocco" del bolo alimentare nello stomaco, a sua volta, porta a:

  • ulteriore aumento della gastrostasi (ristagno del cibo nello stomaco);
  • il verificarsi di duodenostasi (ristagno del nodulo di cibo nel duodeno 12);
  • anti-peristaltica (riduzione a forma d'onda del tratto gastrointestinale nella direzione dal duodeno allo stomaco, sebbene normalmente si osservi una contrazione inversa);
  • l'aumento della scarica del contenuto del duodeno 12 nello stomaco.

Il reflusso duodenogastrico si osserva principalmente con le seguenti combinazioni di disturbi del tratto gastrointestinale:

  • normale tono gastrico, spasmo dello stomaco pilorico e congestione nel duodeno;
  • diminuzione del tono dello stomaco, del piloro a bocca aperta e aumento della pressione nel duodeno.

Precedentemente, c'era una teoria popolare che il lancio di contenuti intestinali dal duodeno nello stomaco è una sorta di reazione protettiva del corpo per:

  • aumentare l'acidità del succo gastrico;
  • lesione infiammatoria della mucosa gastrica.

I sostenitori della teoria sostenevano che, una volta nello stomaco, i contenuti alcalini duodenali neutralizzano il contenuto acido dello stomaco, a causa del quale la sua mucosa non viene consumata.

Infatti, gli acidi biliari, che fanno parte del contenuto duodenale, al contrario, possono aumentare l'acidità dei contenuti gastrici, che porta alla sua ulcerazione.

Sintomi di reflusso duodenogastrico

I sintomi più indicativi che si sviluppano durante il reflusso duodenogastrico sono:

  • dolore addominale;
  • sintomi dispeptici;
  • flatulenza (gonfiore dovuto all'eccesso di gas nell'intestino).

Caratteristiche del dolore nel reflusso duodenogastrico:

  • osservato nell'addome superiore;
  • versato, non avere una chiara localizzazione
  • per natura - spastico (crampi sotto forma di attacchi);
  • forza - media o alta intensità;
  • compaiono 30-40 minuti dopo un pasto, a volte prima (a seconda della velocità di ingresso del cibo dallo stomaco nel duodeno).

I fenomeni dispeptici che si verificano con questa malattia sono:

  • bruciore di stomaco (osservato con qualsiasi valore di acidità gastrica);
  • rigurgito (versione mini di vomito) con cibo e contenuto acido;
  • eruttare aria e contenuti acidi;
  • con la progressione dello stato - vomito con una mescolanza di contenuto di bile;
  • amarezza in bocca.

complicazioni

Conseguenze negative più pronunciate possono provocare complicazioni del reflusso duodenogastrico - prima di tutto queste sono:

  • malattia da reflusso gastroesofageo - gettando nell'esofago non solo il contenuto acido dello stomaco, ma anche l'ulcera duodenale alcalina 12, che viene attivamente gettata nello stomaco;
  • l'adenocarcinoma è una delle neoplasie più maligne dell'esofago, che si sviluppa dalle sue cellule ghiandolari. Il meccanismo del tumore è il seguente. Il contenuto del duodeno, entrando nello stomaco, aumenta la pressione in esso. Per questo motivo, il contenuto dello stomaco si riversa nell'esofago, causando cambiamenti nella sua membrana mucosa, con conseguente metaplasia - la crescita della membrana mucosa e la degenerazione delle sue cellule, che alla fine si sviluppa in adenocarcinoma;
  • gastrite tossico-chimica C - infiammazione costante della mucosa gastrica dovuta all'esposizione cronica alla bile e al succo pancreatico, che sono componenti del contenuto del duodeno. Il più delle volte si verifica con un trattamento improprio del reflusso duodenogastrico.

diagnostica

I sintomi descritti di reflusso duodenale non sono specifici - possono anche verificarsi in altre malattie gastrointestinali, che possono causare confusione nella diagnosi. Pertanto, per chiarire la diagnosi sono necessari ulteriori metodi di ricerca:

  • esame fisico-visivo del paziente, percussione (bussare), palpazione (sondaggio) e auscultazione (ascolto) dell'addome;
  • utensili;
  • laboratorio.

Spesso, il reflusso duodenogastrico viene diagnosticato per caso:

  • durante un esame completo, che il medico ha prescritto per altre patologie sospette del tratto gastrointestinale;
  • con esami preventivi annuali.

I dati dell'ispezione visiva di un tale paziente sono decisamente insufficienti - anche con il processo più vigoroso di lancio del contenuto duodenale nello stomaco, questo non si manifesterà durante l'esame di un paziente. L'unico segno che si verifica quando osservato nel 95-97% dei casi è un pronunciato rivestimento bianco-giallo sulla lingua in assenza di giallo della sclera e delle mucose visibili.

Dati sulla palpazione addominale:

  • dolore ai piani superiori dell'addome;
  • a volte - la sensibilità della pelle, che è determinata dalla palpazione superficiale della parete addominale anteriore.

Questi auscultazione addominale:

  • al momento della fusione del contenuto duodenale, è possibile sentire un aumento del rumore peristaltico e il ronzio nell'intestino.

I metodi strumentali di ricerca che si sono maggiormente dimostrati nella diagnosi di reflusso gastrico sono:

  • pH-metrica intragastrico: misurazione dell'acidità del succo gastrico;
  • electrogastrography;
  • manometria antroduodenale.

Il metodo più informativo per confermare il reflusso duodenogastrico è la pH-metria intragastrica 24 ore. Durante questo processo, vengono registrate anche le più piccole fluttuazioni del pH dell'ambiente intragastrico, che non sono associate all'assunzione di cibo. Risultati più accurati dello studio si ottengono durante la notte, poiché il paziente non mangia cibo in grado di regolare il pH dello stomaco.

Durante l'elettrogastrografia, i potenziali elettrici della parete gastrica sono registrati graficamente, che valutano indirettamente l'attività motoria dell'organo.

Durante la manometria antroduodenale, la pressione intragastrica viene misurata nel tempo.

L'analisi dei dati di pH-metria, elettrogastrografia e manometria consente di valutare i cambiamenti nella motilità dello stomaco - vale a dire:

  • coordinamento motorio alterato di questo organo;
  • turni intragastrici.

Come metodi ausiliari strumentali nella diagnosi del metodo duodenogastrico si usano:

Aiuteranno a condurre una diagnosi differenziale del reflusso duodenogastrico con altre malattie del tratto gastrointestinale.

Il metodo di ricerca di laboratorio più informativo per il sospetto reflusso gastroduodenale è l'analisi del succo gastrico - la presenza di enzimi pancreatici digestivi o di bile indica lo sviluppo del reflusso.

Diagnostica differenziale

Prima di diagnosticare il reflusso duodenogastrico, devono essere escluse le seguenti patologie, che sono simili nei sintomi:

  • gastrite acuta con acidità o esacerbazione della sua forma cronica;
  • forme erosive di gastrite;
  • ulcera allo stomaco;
  • acuta o esacerbazione della duodenite cronica (infiammazione) del duodeno 12;
  • ulcera duodenale;
  • colecistite acuta;
  • malattia da calcoli biliari;
  • colangite acuta (infiammazione dei dotti biliari);
  • acuta o esacerbazione di pancreatite cronica.

Trattamento del reflusso duodenogastrico

Nella maggior parte dei casi, i pazienti con reflusso duodenogastrico sono trattati in regime ambulatoriale. Il ricovero in ospedale viene eseguito:

  • ai fini di un esame più dettagliato;
  • con dolore marcato e vomito;
  • con lo sviluppo di complicazioni di questa patologia.

Il trattamento della malattia può essere:

Le basi della terapia conservativa sono:

  • normalizzazione della dieta e della dieta;
  • normalizzazione dell'attività fisica;
  • nell'obesità - la normalizzazione del peso corporeo con l'aiuto di attività fisica e diete, selezionate esclusivamente da un medico specialista;
  • rifiuto del caffè;
  • smettere di fumare e bere alcolici (anche con una bassa gradazione alcolica);
  • terapia farmacologica;
  • trattamento di fisioterapia - ricevimento di acque minerali alcaline, massaggio dell'addome.

Le basi della nutrizione (dieta) per il reflusso duodenogastrico sono le seguenti:

  • assunzione di vitamine naturali;
  • inclusione nella dieta di alimenti con maggiore contenuto di fibre;
  • La razione dovrebbe essere basata su carni magre (tacchino, coniglio, manzo), cereali, kefir, ryazhenka, yogurt, verdure, frutta e bacche;
  • È necessario escludere cibi acidi e piccanti e cibi fritti che possono stimolare l'aumento della secrezione di stomaco, cistifellea e pancreas (carne, sottaceti in salamoia, succo di pomodoro, aglio, pomodori - sia freschi che salati), nonché cibi malsani - hamburger, patatine fritte e così via;
  • nel periodo di esacerbazione, sono raccomandati pasti frazionati frequenti (fino a 5-6 pasti al giorno);
  • dopo i pasti, si raccomanda una posizione verticale del corpo per 1 ora.

Come una terapia farmacologica prescritta:

  • farmaci che normalizzano l'attività motoria dello stomaco e del duodeno;
  • la cosiddetta procinetica selettiva - farmaci che migliorano il processo di svuotamento dello stomaco dal suo contenuto e impediscono di gettare cibo parzialmente digerito dal duodeno 12 nello stomaco;
  • inibitori dell'attività degli acidi biliari (farmaci con effetto schiacciante);
  • bloccanti per pompa protonica;
  • gli antiacidi sono farmaci che normalizzano l'acidità aumentata dei contenuti gastrici.

Il paziente deve vietare severamente l'assunzione incontrollata di farmaci in generale, i FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei) e i farmaci coleretici in particolare - possono aggravare il corso del reflusso duodeonogastrico.

Se, a causa dello spacco del piloro, le misure conservative non danno un risultato stabile, o la malattia progredisce, un numero di medici consiglia l'intervento chirurgico. Ma è tecnicamente difficile eseguire una plastica di alta qualità del piloro, e l'imposizione di una anastomosi (anastomosi) tra il corpo dello stomaco e l'intestino tenue è poco pratica, poiché in questo caso è impossibile formare un'educazione che sarebbe simile in funzione del piloro.

prevenzione

L'evento più efficace che impedisce l'insorgenza di reflusso duodenogastrico è la regolazione della nutrizione. Grazie a lui, prevenire:

  • interruzioni nel lavoro del gatekeeper;
  • malattie del tratto gastrointestinale, che prima o poi possono portare all'emergenza del reflusso duodenogastrico.

Uno dei principi fondamentali di una nutrizione consolidata è la resistenza all'eccesso di cibo, che provoca piuttosto rapidamente un malfunzionamento dello stomaco e del duodeno. Inoltre, i metodi di prevenzione includono:

  • FGD conduttori tecnicamente competenti (in modo che non provochi la manifestazione spontanea del reflusso duodenogastrico);
  • assumere farmaci solo come prescritto e sotto controllo medico;
  • individuazione tempestiva e trattamento della patologia del tratto gastrointestinale. Inoltre, aiuta ad evitare interventi chirurgici sul tratto gastrointestinale, che possono causare reflusso duodenogastrico;
  • esercitare la fisioterapia, che aiuta a rafforzare il busto muscolare del corpo e gli addominali, in modo che gli organi del tratto gastrointestinale (in particolare, lo stomaco e il duodeno 12) siano nel posto loro assegnato dalla natura.

prospettiva

La previsione è schiacciante in modo favorevole. Lo sviluppo avverso del reflusso duodenogastrico si verifica a causa della sua negligenza e l'insorgenza di complicanze. Nei casi remoti gravi, si verificano gravi violazioni nella motilità del tratto gastrointestinale, che è irto di "perdita" dello stomaco e del duodeno dal normale atto di digestione. In tali casi, il paziente è costretto a nutrire per via parenterale (iniettando nutrienti attraverso il flusso sanguigno).

Kovtonyuk Oksana Vladimirovna, commentatore medico, chirurgo, consulente medico

4.724 visualizzazioni totali, 2 visualizzazioni oggi

Articoli Simili Su Pancreatite

Dolore al cancro del pancreas, quale antidolorifico aiuterà con sollievo dal dolore?

Al primo stadio della malattia, il paziente non avverte alcun disagio (trovando la concentrazione del tumore all'interno del tessuto, organo), gli antidolorifici non vengono utilizzati.

Posso bere il latte per la pancreatite?

Molti pazienti affetti da malattie del pancreas sono interessati alla questione se sia possibile bere latte in caso di pancreatite: è possibile trarre beneficio da questo prodotto o il suo uso può causare danni?

Porridge per pancreatite, è possibile mangiare miglio, grano, orzo, miglio, legumi, semola, orzo perlato, pisello?

I cereali della pancreatite, come tutti gli altri piatti, dovrebbero essere presenti spesso nel menu, ma a piccole dosi.